Raiola, retroscena su Pogba: «La Juve poteva venderlo a 200 milioni ma c’era un’altra clausola»

mino raiola
© foto www.imagephotoagency.it

Il procuratore ha svelato un retroscena sulla partenza di Paul Pogba dalla Juventus. Ecco le dichiarazioni di Mino Raiola

Paul Pogba, per un anno, è stato il calciatore più pagato della storia. La Juventus ha incassato 105 milioni di euro più altri 5 di bonus per la cessione del francese al Manchester United ma secondo Mino Raiola il club bianconero avrebbe potuto guadagnare molto di più dalla partenza del mediano francese. Sì, secondo il noto agente, intervistato dal magazine olandese Quote, la Vecchia Signora avrebbe potuto guadagnare addirittura 200 milioni di euro dal Real Madrid ma il francese ha scelto il Manchester United, grazie anche all’intervento di Raiola, e il clamoroso affare per i bianconeri è sfumato.

Queste le dichiarazioni del procuratore: «Paul era un giocatore economico. Nell’accordo con la Juventus era stata inserita una clausola grazie alla quale era autorizzato a scegliere, da solo, la sua prossima squadra. Non spingo i prezzi oltre il limite. Lo United ha speso 100 milioni di sterline, ma penso che ne avrebbe dovuti pagare 200. Sì, avete capito bene. La Juventus avrebbe potuto cederlo al Real Madrid, guadagnando 200 milioni ma il Manchester United si è salvato pagandone solo 100 grazie alla clausola, in questo modo il giocatore aveva sempre il controllo del suo futuro e poteva decidere autonomamente».