Connettiti con noi

Champions League

Real Madrid, Ancelotti: «Domani gara aperta. Lottiamo per tutti i trofei»

Pubblicato

su

Le parole in conferenza di Carlo Ancelotti alla vigilia della partita di Champions League tra il suo Real Madrid e l’Inter

Carlo Ancelotti, tecnico del Real Madrid, presenta in conferenza stampa la sfida di Champions League contro l’Inter. Le sue dichiarazioni.

MATCH – «La squadra sta facendo bene, penso che abbiamo fatto bene la partita contro il Celta. Domani è un’altra storia. Siamo molto entusiasti di tutto il Real Madrid. È una partita difficile, l’Inter ha una struttura simile allo scorso anno, un altro allenatore, nuovi stimoli. Vogliamo vincere, controllare, giocare bene… Vogliamo iniziare bene la Champions League, che è molto speciale in quel club».

CHAMPIONS – «Per me la Champions è speciale, l’ho vinta due volte da giocatore, con bei ricordi, e più volte anche da allenatore. Soprattutto la Decima, quel ricordo è molto bello, molto particolare».

INTER – «La struttura è la stessa, hanno perso giocatori importanti e preso giocatori importanti e hanno nuove metodologie di lavoro. E’ una squadra che gioca bene, sarà una partita aperta e speriamo di essere competitivi”».

VINICIUS – «Lo tratto come tutti gli altri, lo spingo in allenamento, gli dico di concentrarsi sul lavoro, poi c’è la qualità del giocatore. Giocare ti dà fiducia, hai voglia ed entusiasmo. II passato che non è stato così buono potrebbe dagli una motivazione».

REAL MADRID FAVORITO – «È difficile dire se una squadra sia o meno la favorita prima di iniziare una competizione. Il Madrid gareggerà, come sempre. A volte lo vince, più volte di chiunque altro. Ma l’idea è di competere al massimo. I rivali sono molto forti, dire chi è il favorito è difficile per me. Lotteremo per tutto».

MARCELO E BALE – «Posso dirvi che ieri si è allenato bene, era in rosa, ha avuto la possibilità di giocare, ma alla fine ha avuto un po’ di fastidio. È una piccola cosa, ma gli ha impedito di viaggiare. Bale ha avuto un problema in allenamento e starà fuori per qualche giorno».

MODRIC E ALABA – «Alaba si è allenato individualmente, oggi lavorerà con la squadra. Vedremo ma penso possa giocare. Modric si riposerà, ma fino a domani sera alle 20.30».

DIFENDERE BENE E NON PERDERE IN ATTACCO – «Sì, è possibile. A volte la squadra diventa squilibrata. Se il posizionamento è buono, con la palla, ti permette di recuperare più facilmente quando la perdi».

RITORNO A SAN SIRO – «Sì, ero tifoso dell’Inter ma poi ho cambiato per varie ragioni. Feci anche un provino prima di andare alla Roma. Mi ha sempre creato simpatia, il derby è sempre stato speciale e con molto rispetto».