Retroscena Italia, Lotito a Lippi e Ventura: «Comandiamo io e Tavecchio»

© foto www.imagephotoagency.it

Retroscena Lotito-Ventura sulla Lazio e sulla Nazionale: il resoconto del primo incontro con Lippi e Tavecchio, fra voci grosse e trame di mercato che coinvolgono Lazio e Italia

La prima volta che Gian Piero Ventura ha incontrato Carlo Tavecchio per parlare della panchina dell’Italia erano presenti anche Marcello Lippi, che di lì a poco sarebbe stato proposto come direttore tecnico, e Claudio Lotito, presidente della Lazio molto vicino agli ambienti FIGC. Tutto si svolse nello studio dell’avvocato Mario Gallavotti a Roma nella primavera del 2016. Il retroscena Lotito-Ventura si basa soprattutto sulle parole del presidente laziale e sulle trame di mercato che prescindevano dalla Nazionale. Ma andiamo per gradi in questo racconto particolare, riportato oggi da Il Corriere dello Sport.

Lotito era un grande estimatore di Ventura. Quando l’ex Torino si mise a parlare con Tavecchio, il laziale sbatté la mano sul tavolo e iniziò a urlare: «Diglielo Carlo chi comanda qui, comandiamo noi, diglielo a Marcello che siamo come fratelli». Ventura e Lippi si stupirono, ma poi Lotito si ricompose. Il numero uno biancoceleste poi ha provato anche a portare Ventura alla Lazio: mentre Lippi teneva i rapporti con il tecnico ligure, Lotito tesseva trame di mercato che – per sua fortuna – non si sono realizzate e hanno indirettamente premiato Simone Inzaghi.