Sampdoria, Ekdal: «L’omofobia è ancora troppo diffusa nel calcio»

© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria, Albin Ekdal ha acceso i riflettori su un tema molto delicato: l’omofobia nel mondo del calcio. Ecco le sue parole

Albin Ekdal, centrocampista della Sampdoria, ha parlato dall’incontro ‘Sport vs Omofobia, una partita da vincere’ organizzato al Parlamento Europeo.

EKDAL – «E’ un ambiente nel quale l’omofobia è ancora diffusa ed i giocatori che vorrebbero fare coming out sono preoccupati di poter diventare un bersaglio per gli insulti. Si sentono quindi costretti a nascondersi, fuggire e vivere nella paura. Questo è il motivo per il quale dobbiamo reagire, utilizzando l’istruzione per un cambiamento positivo. Nel nostro sport solo otto giocatori si sono ufficialmente dichiarati omosessuali, molti altri vorrebbero farlo, ma non se ne sentono liberi a causa della paura di reazioni negative».