Sampdoria, Ferrero contro il Var: «Sta diventando sempre più il protagonista»

Sampdoria, Ferrero contro il Var: «Sta diventando sempre più il protagonista»
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero ha rilasciato un’intervista in merito al Var e ai fatti della partita contro la Juventus

Il Var è stato certamente il grande protagonista della sfida tra Juventus e Sampdoria. L’assegnazione di due rigori molto dubbi, oltre alla questione del gol all’ultimo annullato ai blucerchiati ha suscitato un grande polverone. Raggiunto dall’Ansa, Massimo Ferrero ha parlato così della tecnologia: «Il Var non può essere il solo protagonista. Quando andiamo allo stadio sappiamo che c’è la possibilità di vedere due partite, una in campo e una in tv: dobbiamo dare la fiducia principale agli arbitri».

Ferrero prosegue: «Doveva essere un correttivo, un aiuto per l’arbitro. Non si può interrompere la partita 6-7 volte anche per episodi minimi, l’arbitro principale così perde progressivamente l’autorità. Ieri quando abbiamo segnato il 2-2 alla Juve il guardalinee si è diretto verso centrocampo. Poi il Var… Valeri è bravissimo, il discorso va oltre Juve-Samp: questo è calcio rielaborato. Gli arbitri stanno vivendo una nevrosi da Var che sta diventando strumento di interpretazione non più di oggettività. Ora mi sembra di andare al cinema, anzichè a vedere una partita di calcio. Bisogna chiarire se un arbitro è da campo o da var. Non può esserci una partita in campo e una alla tv, con attori protagonisti e assistenti alla regia».