Serie B LIVE: altre quattro positività al Coronavirus nel Monza

© foto www.imagephotoagency.it

Serie B, le ultime dai campi delle 20 squadre del campionato cadetto: notizie, infortuni, squalifiche e mercato

Le notizie più importanti dalla Serie B: notizie, infortuni, squalifiche e mercato.

MONZA – Altre quattro positività al Coronavirus. La nota del club brianzolo: «A.C Monza comunica quattro nuovi casi di positività al Covid-19 nel gruppo squadra, riscontrati dopo l’ultimo ciclo di tamponi eseguito. Si tratta di due calciatori, e due membri dello Staff, che sono stati immediatamente posti in quarantena a domicilio, in ottemperanza alle normative sanitarie in vigore. Tutti gli altri giocatori, negativi al tampone, continuano ad allenarsi come da protocollo federale».

LECCE – Le parole del direttore dell’area tecnica, Pantaleo Corvino, a Tele Rama: «Voglio riportare il Lecce dove e come l’ho lasciato l’ultima volta: con la prima squadra in Serie A e con un settore giovanile all’avanguardia. L’idea è quella di rinforzare il Lecce attraverso quello che vogliamo essere: un modello di lavoro capace di autofinanziarsi. Bisogna trasferire ai calciatori anche l’orgoglio di indossare i colori giallorossi e di appartenere questo territorio». 

PESCARA – Le parole del presidente Sebastiani a Solo Calcio: «Sto lavorando seriamente, da tempo, alla cessione del club. Al momento esiste il 50% di possibilità. Senza l’emergenza Covid potrei dire il 99%. Sono interlocutori seri. Voci su Della Valle? Fantasiose».

VICENZA – Il commento del tecnico Mimmo Di Carlo sulla stagione dei Lanerossi: «Promettiamo di lavorare e cercare di vincere tutte le partite con questo splendido gruppo. In campo ci vanno i giocatori, abbiamo nel DNA una mentalità vincente ma non bisogna sottovalutare le nostre avversarie. Dobbiamo arrivare il prima possibile alla salvezza e poi vedremo cosa si può fare, crescendo come squadra, abbiamo bisogno di tempo come l’anno scorso».

CREMONESE – Le parole del tecnico Bisoli alla Gazzetta dello Sport: «Dove metto la Cremonese? Dopo le favorite. Sono convinto che il mese prossimo quando tutti saranno nelle stesse condizioni atletiche potremo dire la nostra. Qualche giorno fa ho definito la Cremonese di novembre una macchina infernale, e sono convinto che sarà così. Me ne accorgo dall’intensità degli allenamenti e dalla competizione che anima i ragazzi».