Torino, esplode la contestazione al Filadelfia: ecco lo striscione anti-Mihajlovic

torino mihajlovic
© foto www.imagephotoagency.it

Nella giornata odierna i tifosi granata hanno proclamato il loro dissenso per il periodo che sta attraversando la squadra di Mihajlovic

Non hanno di certo utilizzato mezzi termini per esprimere il loro malcontento. Uno striscione fuori dai cancelli dello Stadio Filadelfia, dove i giocatori fanno il loro ingresso con le automobili, hanno inaugurato una seduta di allenamento a porte chiuse in vista della gara domenicale.

“Basta! Fuori le palle”, il duro messaggio è firmato Curva Maratona. I supporter si dichiarano esausti dello scarso rendimento di un Toro che non riconoscono più. Le due sconfitte consecutive, prima contro la Roma e la più recente contro la Fiorentina, hanno innalzato in modo esponenziale la loro insoddisfazione. Tanto che le prime vere e dichiarate proteste non si sono fatte attendere.

La squadra ha fatto da poco rientro nel capoluogo piemontese, dopo l’allenamento di giovedì al Centro Tecnico di Coverciano e l’accoglienza non è stata certamente una delle migliori.

Questa protesta però, evoca in qualche modo, i tempi delle vecchie contestazioni rivolte all’operato di Giampiero Ventura. Contestazioni poi sfociate in uno striscione con il quale si dava il benservito al tecnico ligure.

“15-05-2016: L’avventura è finita…grazie Mister”, anche qui firmato dagli ultras granata. Era il 21 febbraio e prima di Torino-Carpi, la curva Maratona gridava a gran voce il proprio pensiero. O per meglio dire la propria contrarietà.

La situazione odierna non fa sperare a niente di buono. La scelta di mettere un punto su questo periodo da censurare, arriva a pochi giorni dalla sfida contro il Cagliari, che darà le giuste risposte. Soprattutto sulla permanenza appesa ad un filo di Mihajlovic. Il primo ad essere messo in discussione dopo gli scarsi risultati di un Toro che, in ogni caso, avrebbe i suoi punti di forza ad ora non ancora valorizzati.