Toro, la cessione di Gustafson al Verona può portare Bessa in granata

© foto www.imagephotoagency.it

Lo svedese Gustafson è a un passo dal ritorno a Verona, potrebbe fare percorso inverso invece Daniel Bessa, per rinforzare la mediana granata

In attesa dei primi rinforzi, il Toro continua l’operazione di sfoltimento della rosa, e la prossima cessione sarà quella dello svedese Samuel Gustafson. Arrivato in granata nell’estate di tre anni fa, lo scandinavo è rimasto in granata un anno e mezzo. Poche le occasioni a sua disposizione nella cessione Mihajlovic, poi la cessione semestrale al Perugia. Dopo un buon periodo in Umbria, l’avventura italiana di Gustafson è continuata ancora in B, a Verona, dove ha contribuito al ritorno in A dei veneti. E proprio l’Hellas sembra essere la destinazione del centrocampista.

Dopo due prestiti consecutivi il Ds Bava vuole monetizzare con una cessione a titolo definitivo, e il club scaligero è disposto a uno sforzo per riportarlo in gialloblu. Nelle fila veronesi milita però l’italo brasiliano Daniel Bessa, che non rientra nei piani dell’Hellas. Reduce da un anno e mezzo in prestito al Genoa, Bessa può rappresentare il giusto rinforzo per completare la mediana del Toro, mettendo qualità e quantità a disposizione di Mazzarri. Con i suoi 26 anni, il centrocampista potrebbe rappresentare anche un buon investimento per il club, viste le buone prestazioni fornite nella massima categoria. Per concludere l’operazione sarà probabilmente necessario un piccolo conguaglio da parte del Toro, ma difficilmente Gustafson l’anno prossimo non vestirà nuovamente i colori gialloblu.

Intanto la società ha concluso un’altra cessione per quanto riguarda un giovane. L’esterno sanmarinese Filippo Berardi passa infatti a titolo definitivo alla Vibonese. Alla terza esperienza in serie C, Berardi ha firmato con il club calabrese un contratto biennale.