Verdelli ricorda Simoni: «Un vero signore. La vittoria a Wembley il momento più bello»

© foto www.imagephotoagency.it

Corrado Verdelli, ex capitano della Cremonese di Simoni, ha ricordato l’ex tecnico scomparso oggi. Le sue parole

Corrado Verdelli, ex capitano della Cremonese allenata da Gigi Simoni, ha ricordato il tecnico scomparso oggi ai microfoni della Gazzetta. Le sue parole.

MOMENTO PIÙ BELLO – «Sicuramente la vittoria con il Derby County a Wembley nel 1993, davanti a 35 mila spettatori e tanta gente arrivata da Cremona. Con un mio gol, tra l’altro, io che segnavo sempre pochissimo: ricordo la corsa per andare ad abbracciare Simoni. Se lo meritava, era il suo capolavoro con la promozione in A. Una partita entrata nella storia grigiorossa».

UN VERO SIGNORE – «Intelligente e misurato, era impossibile non volergli bene. Il nostro rapporto andava al di là dell’aspetto tecnico. Ci ha lasciato una persona fantastica».

CREMONESE – «Ricordo le prime settimane alla Cremonese, in Serie B. Un brutto inizio, la squadra stentava, i risultati non arrivavano. Litigava di continuo con il d.s. Favalli, suo grande amico, perché il gruppo non gli sembrava competitivo. Una volta sul pullman tornando da Cesena si era sfogato chiedendomi un consiglio, era in crisi, voleva andarsene. E io gli avevo detto di provare a cambiare qualcosa a centrocampo perché subivamo troppo, di spostare Nicolini davanti alla difesa e soprattutto gli avevo suggerito di avere pazienza, perché la squadra era forte. Maspero, Dezotti, Tentoni… E infatti poi con 8 vittorie di fila le cose si sono sistemate».