Wanda Nara e il lavoro da agente: «Icardi? Passa tutto da me. Con me guadagna l’85% in più»

Wanda Nara e il lavoro da agente: «Icardi? Passa tutto da me. Con me guadagna l’85% in più»
© foto www.imagephotoagency.it

Wanda Nara, agente di Mauro Icardi, ha parlato in argentina, rivendicando il suo lavoro come agente dell’attaccante dell’Inter

Moglie e manager. Wanda Nara rivendica i suoi successi nel corso di un’intervista alla rivista argentina Caras: «Per me conta tantissimo la fiducia che Mauro ha in me come agente. Passa tutto da me, sia gli accordi calcistici, le foto per gli sponsor, la presenza in marchi come Armani. Questa situazione si è venuta a sviluppare per le cattive esperienze che Mauro ha avuto in passato. E’ stato difficile inserirmi in un mondo maschilista ma Mauro è tutto l’opposto, pur avendo un carattere forte. Io non ho sostenuto esami per diventare agente perché la legge non è un vigore. Accostare il mio nome a delle cose vende sempre ma la mia situazione è in piena regola».

Prosegue il racconto di Wanda Nara, parlando ancora di Mauro Icardi, attaccante dell’Inter: «Sono l’unica moglie che svolge il ruolo di agente in Italia. Le donne meritano di essere rispettate e occupare gli stessi ruoli degli uomini, se sono capaci. Mauro mi ha dato un ruolo che per lui meritavo, nessuno mi ha regalato niente. Me lo sono conquistato imbastendo contratti di immagine complicatissimi in altre lingue. Parlo inglese, spagnolo, italiano, un po’ di cinese. Con me, Mauro ha aumentato la portata dei suoi contratti dell’85%, alcuni contratti sono decennali, altri addirittura a vita. Prima mi presentavo alle riunioni con due amici, un avvocato e un procuratore, ora vado da sola e in tanti mi fanno i complimenti perché non c’è nessuno che difende gli interessi di Mauro come me».