Zeman bacchetta la Roma: «La Juve non ci ha concesso tante occasioni»

zeman
© foto MP

Pescara-Roma 1-4. Il commento di mister Zeman, tecnico del Pescara, a “Premium Sport”, dopo la sconfitta odierna che ha sancito la retrocessione in B degli abruzzesi

Il Pescara è aritmeticamente retrocesso in Serie B. Dopo la debacle interna con la Roma, mister Zeman ha commentato a “Premium Sport” la sconfitta odierna proiettandosi già verso la prossima stagione: «Per fare una squadra di Serie B competitiva dobbiamo lavorare, dobbiamo vedere quanto di buono c’è in questa squadra. Se mi aspettavo di più? L’esordio è stato positivo, poi abbiamo sbagliato quelle 2-3 partite dove potevamo fare di più e il distacco si è sempre fatto più ampio. Oggi abbiamo preso 3 gol in contropiede e questo fa parte della mia vecchia squadra. La Roma fa parte dell’élite del calcio. La Juventus è avanti, il Napoli è terzo ma queste tre squadre stanno facendo la differenza. Cambio di Dzeko? Se uno gioca per la classifica dei cannonieri, capisco che ci tiene. Poi Spalletti fa le sue valutazioni e deve fare quello che pensa ma Dzeko non ha preso tante botte quest’oggi e se ha voluto risparmiarlo per domenica prossima è un altro discorso».

LE PAROLE DI ZEMAN DOPO PESCARA vs ROMA – «Fino al 44′ stavamo sullo 0-0. La Roma ha avuto delle occasioni, noi ne abbiamo avute 4-5 e ad esempio con la Juventus non ce la facevamo a crearle. In avanti abbiamo fatto bene ma in difesa abbiamo concesso troppo spazio dietro a dei giocatori veloci come Salah ed El Shaarawy. Perché il Pescara ha vinto solo una partita? Evidentemente si fa tanta fatica. Con la Sampdoria potevamo fare di più e i cambiamenti che ho apportato non hanno ancora avuto gli effetti sperati perché loro volevamo giocare più da fermi e io invece voglio che giochino di più sui movimenti. Ora dobbiamo pensare alle prossime 5 partite perché non vogliamo arrivare ultimi. Abbiamo già visto delle cose per l’anno prossimo, speriamo di riuscire a chiudere. Derby Lazio-Roma? Stanno bene tutte e due, giocano bene tutte e due. La Champions alla Juve? Dopo le partite con il Barcellona penso di sì, devono crederci».