Allegri: più Arsenal che Barcellona. Ma la Juventus vuole blindarlo

288
allegri juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Allegri – Juventus: che ne sarà di noi. Chi sarà il prossimo allenatore del Barcellona? Il ds catalano, Robert Fernandez, esclude il livornese: «Nessun contatto con lui, c’è già Unzue». Rimane in piedi la pista Arsenal: le ultimissime notizie

Allegri – Juventus: attenti all’Arsenal

Non c’è solamente il Barcellona a turbare i sonni della Juventus, anche l’Arsenal ha intenzione di prendere il livornese. Mentre la Juve pianifica alcuni colpi di mercato che potrebbero convincere il tecnico a restare, in Inghilterra si fa sempre di più il suo nome come possibile successore di Arsene Wenger con i Gunners. Allegri è la prima scelta dell’Arsenal ma la Juventus vorrebbe blindarlo: attualmente ha il contratto in scadenza nel giugno del 2018 ma la Juve ha intenzione di fargli firmare un accordo fino al 2020, ritoccando ovviamente l’ingaggio. L’Arsenal è in pressing, il Barcellona un po’ meno: secondo Il Corriere dello Sport è un momento decisivo per il tecnico campione d’Italia.

Allegri – Juventus: attenti al Barcellona

Nelle ultime ore il nome di Massimiliano Allegri è stato accostato con forza alla panchina del Barcellona per il futuro. Luis Enrique, infatti, ha già annunciato di lasciare il Barça al termine della stagione corrente ed è già iniziato il casting in terra catalana per capire quale sarà il nome giusto per il successore dell’ex capitano del Barcellona. E’ di ieri la notizia secondo cui i contatti tra Barcellona e Allegri sarebbero già stati avviati alla vigilia della trasferta di Oporto in Champions League, con un’offerta da 8,5 milioni di euro netti a stagione. Non la pensa così, tuttavia, il direttore sportivo del club, Robert Fernandez, secondo cui sarà Unzue, attuale vice di Luis Enrique, il prossimo allenatore dei catalani: «Con Allegri non c’è stato alcun contatto, non sarà lui il nostro allenatore – afferma ai microfoni dell’emittente radiofonica Cadena SerUnzue conosce molto bene le dinamiche del club ed è pronto e preparato per svolgere al meglio quel ruolo. Valverde? Si sta mettendo in evidenza alla guida del Bilbao, ma già in passato ha saputo fare molto bene».

Condividi