Juventus-Monaco Streaming Gratis e Diretta TV su Canale 5: come vederla

Juventus Monaco streaming
© foto Juventus Monaco streaming

Juventus-Monaco Streaming Gratis e Diretta TV su Canale 5 e Mediaset Premium: ecco come vedere la partita di ritorno delle semifinali di Champions League 2016/2017

Ecco tutte le indicazioni per vedere Juventus-Monaco in streaming gratis e in diretta TV, partita valida per il ritorno delle semifinali di Champions League 2016/2017 in programma per oggi, mercoledì 9 maggio 2017, alle ore 20.45 presso lo Juventus Stadium di Torino. Bianconeri e monegaschi ripartono dallo 0 a 2 dell’andata (doppietta di Gonzalo Higuain) rifilato dalla squadra di Massimiliano Allegri a quella di Leonardo Jardim allo Stade Louis II del Principato: alla Juventus, per passare il turno, potrebbe bastare anche perdere con non più di un gol di scarto o, quantomeno, riuscire a segnare un gol per rendere la vita molto più che complicata al Monaco. Allegri ritrova Sami Khedira (squalificato all’andata) a centrocampo, possibile panchina dunque per Claudio Marchisio, così come anche per Juan Cuadrado che potrebbe cedere ancora una volta il posto sulla fascia destra a Dani Alves, in difesa spazio ad Andrea Barzagli, come meno di una settimana fa. Poche modifiche anche per Jardim, che comunque potrà ancora contare sul duo d’attacco formato da Kylian Mbappé e Radamel Falcao. Ecco dunque tutte le informazioni per seguire Juve-Monaco in streaming gratis e in diretta TV.

Juventus-Monaco Streaming Gratis e Diretta TV su Canale 5 e Mediaset Premium: dove vederla in streaming su Premium Play e RSI La2

Juve-Monaco sarà trasmessa dalle ore 20.45 come di consueto in esclusiva sulle frequenze in digitale terrestre di Mediaset Premium (canali Premium Sport e Premium Sport HD) oltre che in chiaro sulle frequenze di Canale 5, come già annunciato dalla stessa Mediaset. Non è tutto però, perché Juve-Monaco andrà ovviamente in onda anche in streaming per piattaforme iOs, Android e Windows Mobile per pc, smartphone e tablet tramite l’app Premium Play. Ecco la guida completa per seguire il calcio streaming: Calcio Streaming. Qui invece potete trovare tutte le informazioni sul sito pirata di streaming calcio Rojadirecta: Rojadirecta. Per vedere invece la partita in streaming su Canale 5 è necessario accedere al seguente link: Canale 5 Streaming. Per gli italiani residenti in Svizzera e vicino al confine, la partita sarà trasmessa in streaming in chiaro dal canale svizzero RSI La2 al seguente link: RSI La2

SEGUI LA DIRETTA LIVE DI JUVENTUS-MONACO SU CALCIONEWS24! 

Juventus-Monaco Streaming Gratis e Diretta TV su Canale 5 e Mediaset Premium: convocati e probabili formazioni

Al termine della rifinitura pomeridiana di lunedì a Vinovo, mister Allegri ha diramato la lista dei 22 convocati che saranno a disposizione per il match di stasera al Juventus Stadium, alle 20 45, partita nella quale i bianconeri affronteranno il Monaco per giocarsi l’accesso alla Finale di Champions League 2016-17: Buffon, Neto, Audero, Chiellini, Benatia, Alex Sandro, Mattiello, Barzagli, Bonucci, Dani Alves, Lichtsteiner, Pjanic, Khedira, Marchisio, Lemina, Asamoah, Sturaro, Rincon, Dybala, Higuain, Mandzukic, Cuadrado. Gli unici indisponibili in casa bianconera sono Pjaca e Rugani. Il resto della squadra è in ottime condizioni, nonostante nel pomeriggio si fosse temuto per un presunto infortunio di Higuaín.

Durante la conferenza Allegri ha lasciato trasparire due dubbi: il primo riguarda il ballottaggio tra Khedira e Marchisio, il secondo tra Barzagli e Cuadrado. Se la presenza di Marchisio o di Khedira cambierebbe poco dell’assetto tattico, il ballottaggio Cuadrado/Barzagli avrebbe un peso ben diverso. Nel caso giocasse il primo, Allegri schiererebbe il solito 4-2-3-1, con una linea difensiva composta da Dani Alves, Bonucci, Chiellini e Alex Sandro; un centrocampo a due con Pjanic e Khedira (o Marchisio), ed un attacco composto dal terzetto Cuadrado, Dybala, Mandzukic in appoggio a Gonzalo Higuaín. Nel caso Max scegliesse di schierare Barzagli (a mio parere molto più probabile, anche in virtù della opaca prestazione di Cuadrado nel Derby), si tornerebbe ad una difesa a 3, con Barzagli, Bonucci e Chiellini; a centrocampo giocherebbero Dani Alves ed Alex Sandro sulle fasce, con Pjanic e Khedira (o Marchisio) in mezzo, mentre l’attacco vedrebbe un tridente con Higuaín come vertice, supportato da Dybala e Mandzukic.

Sono 20 i convocati di Leonardo Jardim, allenatore del Monaco: Subasic, De Sanctis, Sy, Diallo, Glik, Jemerson, Jorge, Mendy, Raggi, Sidibé, Bakayoko, Dirar, Fabinho, Lemar, Moutinho, Bernardo Silva, Carrillo, Falcao, Germain, Mbappè. Indisponibili Boschilia e Carrillo, Leonardo Jardim recupera Sidibé, assente all’andata. La formazione sarà sempre impostata sul classico 4-4-2, con Subasic in porta, difeso da Dirar e Sdibé esterni e Glik (ex Torino) e Jemerson centrali. A centrocampo la linea sarà composta da Bernardo Silva, Fabinho, Bakayoko e Lemar. Gli attaccanti saranno le stelle Mbappé e Falcao. Ecco le probabili formazioni:

JUVENTUS (3-4-2-1): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Dani Alves, Pjanic, Khedira, Alex Sandro; Dybala, Mandzukic; Higuaín. Allenatore: Allegri
MONACO (4-4-2): Subasic; Dirar, Glik, Jemerson, Sibidé; Bernardo Silva, Fabinho, Bakayoko, Lemar; Mbappé, Falcao. Allenatore: Jardim.

Juventus-Monaco Streaming Gratis e Diretta TV su Canale 5 e Mediaset Premium: dubbio Barzagli-Cuadrado

Allegri per la partita dello Stadium di questa sera che potrebbe regalare alla Juve il pass per la finale di Cardiff riparte da tutte le sue certezze. Una in più rispetto ad otto giorni fa: il rientrante Khedira, che proprio a Montecarlo aveva scontato la giornata di squalifica per il giallo rimediato a Barcellona. A poche ore dal fischio d’inizio della sfida di ritorno contro il Monaco, insomma, nella testa del tecnico toscano dovrebbe essere uno soltanto il ballottaggio da risolvere. Il medesimo che aveva accompagnato la vigilia della partita nel Principato. Barzagli o Cuadrado. Con conseguente assetto di squadra destinato a variare: 3-4-3 con un uomo difensivo in più in campo in caso di utilizzo del centrale fiorentino, consueto 4-2-3-1 con un uomo offensivo in più in campo in caso di utilizzo dell’esterno colombiano. Un razionale calcolatore come Allegri dovrebbe comunque propendere per la prima soluzione. Per svariate ragioni. A partire da quella più scontata: il risultato ampiamente favorevole dell’andata, che suggerisce un atteggiamento il più possibile solido ed equilibrato.

Juventus-Monaco Streaming Gratis e Diretta TV su Canale 5 e Mediaset Premium: Buffon non canta vittoria

Gigi Buffon, capitano e portiere della Juventus, ha una delle ultime occasioni della sua carriera per provare ad alzare uno dei trofei che gli mancano nel suo glorioso palmares, la Champions League. Parlandone ai microfoni di UEFA.Com, Buffon ha rilasciato alcune dichiarazioni alla vigilia del match di Champions League contro il Monaco che mette in palio il biglietto decisivo per la finale di Cardiff con la vincente tra Real Madrid-Atletico Madrid: «Vincere la Champions League sarebbe la gioia più grande della mia carriera insieme ai Mondiali del 2006. Sarebbe quasi una ricompensa, la fine di una strada molto difficile lastricata dal duro lavoro, dal coraggio e dalla testardaggine. Ero molto felice dopo la vittoria con il Barcellona, ma non ho festeggiato più di tanto perchè poi quando si arriva ad un certo punto di una competizione o si vince il trofeo o si rimane delusi. E siccome nella mia carriera mi è già capitato tante volte di restare deluso, voglio vincere prima di festeggiare. Perdere la finale col Milan del 2003 è stato molto doloroso: quella volta erano vicinissimi alla vittoria…», chiude Buffon ai microfoni del sito web ufficiale dell’UEFA.

Juventus-Monaco Streaming Gratis e Diretta TV su Canale 5 e Mediaset Premium: duello Glik-Dybala

Il duello Glik-Dybala potrebbe infiammarsi per la partita di Champions League tra Juventus e Monaco. Un like su Twitter scatena gli juventini e gli antijuventini. La semifinale di andata è finita due a zero per i bianconeri e adesso il ritorno sembra in discesa per gli uomini di Massimiliano Allegri. Ovviamente il risultato non è scontato e il tecnico non potrà tener fuori i giocatori migliori, anche se, alla luce di quanto accaduto su Twitter, potrebbe lasciare in panchina Paulo Dybala. Niente paura per i tifosi della Juventus, è solo una battuta per quanto ha fatto Kamil Glik. L’ex del Torino ha messo il like a uno stato che parlava di un “trattamento speciale” per Dybala. «Se il signor Kamil Glik potesse fare uno dei suoi trattamenti sul signor Paulo Dybala gliene sarei molto grato», ha scritto un utente di Twitter, taggando i due calciatori. Subito è arrivato il like del difensore del Monaco, tra l’altro il primo a mettere “mi piace” al commento. Di sicuro c’è molta goliardia in questo tweet e anche nel like del polacco, ma di sicuro possiamo aspettarci scintille dal duello Glik-Dybala.

Juventus-Monaco Streaming Gratis e Diretta TV su Canale 5 e Mediaset Premium: Andrea Raggi ci crede

Il Monaco si giocherà le residue chance di qualificazione a Cardiff nel ritorno allo Juventus Stadium della semifinale in programma questa sera, alle 20.45. Andrea Raggi ci crede: il difensore italiano del Monaco, assente nella partita di andata, confida nella verve dei quattro punti di riferimento offensivi della formazione di Jardim. «Se i nostri centrocampisti e attaccanti sono in forma e riusciamo a fare un gol nei primi minuti di gioco possiamo ancora farcela. Chiaramente ci vorrà un miracolo e questo lo sappiamo, non siamo matti, ma abbiamo il dovere di crederci» ammonisce Raggi a L’Equipe. L’ex Empoli prosegue: «La Juventus è una squadra muscolosa, sono duri e cattivi in partita, avete visto cos’hanno fatto Bonucci e Chiellini a Falcao? Giocano duro e con esperienza». Obiettivo Cardiff: il Monaco per staccare il biglietto per la finale dovrà rimontare lo 0-2 dell’andata, in caso di 0-2 allo Juventus Stadium si andrà ai tempi supplementari per decretare la qualificazione. La formazione di Massimiliano Allegri giocherà il ritorno della semifinale con due risultati su tre e anche una sconfitta con un solo gol di scarto gli permetterebbe di centrare la finale.

Juventus-Monaco Streaming Gratis e Diretta TV su Canale 5 e Mediaset Premium: Allegri in conferenza stampa

Nel pomeriggio di lunedì 8 maggio, si sono tenute le conferenze stampa di rito. Per la Juventus hanno parlato Massimiliano Allegri e Giorgio Chiellini. Allegri ha voluto sottolineare come la squadra si trovasse in un bellissimo momento, ma che non deve abbassare la concentrazione, dato che per il momento non si è ancora vinto nulla: «Finora – spiega Allegri – Abbiamo solo conseguito l’obiettivo della Finale di Coppa Italia. Domani dobbiamo guadagnarci l’accesso per Cardiff, e poi penseremo al campionato». Inevitabile tornare all’argomento Derby: «Non perderlo è stato importante. Ci sono partite in cui, quando capisci che non riesci a vincerle, comunque devi portare a casa un risultato positivo. Anche perché poi magari il singolo punto è decisivo in funzione della classifica». Archiviato il tema della sfida stracittadina, il tema della conferenza è tornato sul match di Champions League: «Domani andiamo alla ricerca di un risultato positivo che ci permetterebbe di andare in Finale: il Monaco giocherà una partita aperta e spensierata, dovremo fare attenzione anche perché hanno giocatori di grande talento». Alla domanda su quale sarà l’approccio della squadra al match, così il mister: «Dovremo essere aggressivi per vincere, giocando tecnicamente meglio che a Monaco e in alcune situazioni di gioco con più pazienza: sarà comunque una partita tosta, non c’è dubbio, e il nostro approccio dovrà essere da sfida secca».

Nel prosieguo della conferenza ha parlato di alcuni singoli, rassicurando i presenti sulle condizioni di Higuaín, e citando il giocatore del momento, Dani Alves: «Stiamo bene, siamo in un ottimo momento. Higuain non ha nessun problema, Dani Alves dopo una fase di adattamento e l’infortunio che è seguito è tornato ai suoi livelli, cioè quelli di un giocatore di esperienza internazionale». In chiusura Allegri ha parlato della formazione, enunciando i dubbi che dovrà ancora sciogliere prima del match: «Deciderò se a destra giocherà Barzagli o Cuadrado, mentre a centrocampo saranno in campo due fra Khedira, Marchisio e Pjanic: le considerazioni saranno anche basate su come immagino possa andare la partita».

Juventus-Monaco Streaming Gratis e Diretta TV su Canale 5 e Mediaset Premium: Chiellini in conferenza stampa

Nella conferenza stampa di Monaco aveva parlato capitan Buffon. Ieri invece, l’onore è toccato ad un altro giocatore simbolo dei bianconeri, Giorgio Chiellini. Per esordire ha voluto subito precisare che: «È prematuro parlare di Cardiff, prima arriviamoci. Abbiamo ancora una partita da affrontare che nasconde molte insidie». Inevitabile parlare della grande forza difensiva della Juventus, che fino ad oggi ha incassato solamente 2 gol nella Champions League 2016-17: «Prendiamo pochi gol perché siamo una squadra equilibrata, perché tutti si sacrificano in fase di non possesso. Il calcio è bello perché si gioca in undici e ci deve essere un’alchimia speciale tra tutti i giocatori Merito del nuovo modulo? i numeri contano relativamente, abbiamo giocato con moduli diversi. Quello che si è creato di diverso è l’empatia tra di noi. Siamo riusciti a mettere i giocatori più tecnici in condizioni di giocare e tutti lo fanno mettendosi al servizio della squadra. Il Monaco comunque all’andata ci ha messo in difficoltà eccome. Abbiamo incontrato una squadra molto forte, con due attaccanti formidabili che si completano, un mix di esperienza e gioventù e anche a centrocampo hanno giocatori di qualità. Abbiamo finito provati e Buffon ha dovuto compiere più di un’intervento importante, cosa insolita». Altro argomento affrontato dal fortissimo centrale della Juve e della Nazionale è stato il “triplete”: «Non ci penso. Per ora dobbiamo arrivare a Cardiff, poi dovremo giocarci lo scudetto e quindi la Coppa Italia. Vedere il traguardo vicino dà ancora più energia e più carica. Fatichiamo da nove mesi per arrivare a questo obiettivo e rispetto al passato siamo maturati anche nel gestire le pressioni. È giusto che i tifosi sognino, ma noi dobbiamo pensare al presente, perché domani ci sarà da correre, sudare, faticare, per arrivare al primo obiettivo, ovvero giocarci tutte le competizioni fino in fondo».

Da buon uomo simbolo dei bianconeri, Chiellini ha voluto tessere le lodi della società Juventus: «I risultati dipendono prima di tutto da chi è al vertice del club. In un periodo medio lungo non si vince solo grazie ai giocatori. I primi meriti sono della dirigenza, poi dell’allenatore e infine dei calciatori, perché è prima di tutto dalla società che vengono inculcati i giusti principi che permettono di arrivare al risultato». Il discorso di Chiellini è proseguito sulla mentalità della squadra, cresciuta sempre di più grazie alle vittorie di questi anni: «Nella consapevolezza e nella convinzione per affrontare certe partite. Nel 2015 forse non ci aspettavamo neanche noi di arrivare in finale e forse un po’ troppo rispetto per gli avversari a Berlino si è visto. Credo che anche la sfida con il Bayern dello scorso anno sia stata importante e ci abbia lasciato qualcosa». Tornando alla sfida di Monaco della scorsa settimana, ha parlato della sfida a distanza tra Dybala e Mbappé: «Sono diversi, sia per caratteristiche fisiche che per il modo di stare in campo. Paulo è un giocatore di raccordo, che viene a prendere la palla e permette alla squadra di essere più armoniosa. Mbappé si esalta nella profondità ed è più un uomo d’area come dimostrano i suoi numeri».

Il discorso di chiusura di Chiellini riguarda i suoi compagni di reparto ed alcuni dei giocatori più rappresentativi della Vecchia Signora: «Sono tanti anni che giochiamo insieme e tra ritiri con la Juve e la Nazionale ci vediamo di più tra di noi che con le rispettive famiglie – spiega Chiellini riferendosi alla BBC – È un bel rapporto che si è creato in questi anni e durerà anche quando smetteremo. Quello che dobbiamo fare essere d’aiuto e d’esempio per i nuovi che sono arrivati e arriveranno e saranno il futuro di questa società. Dani vive la vita a 300 all’ora sempre con il sorriso. Paulo è il più taciturno, ma già lo scorso anno quando è arrivato aveva negli occhi il suo obiettivo e non è un caso che abbia bruciato le tappe. Quest’anno credo si sia consacrato come una delle promesse più importanti a livello mondiale. E Gonzalo è la più grande sorpresa. Me lo aspettavo diverso, ma è una persona “da dieci”, che si mette sempre al servizio dei compagni. È incredibile come sia capace a cambiare le giocate per liberarsi in area, ma non solo. Aiuta molto la squadra tenendo la palla e permettendoci di salire. È sicuramente nel podio dei migliori al mondo».

Juventus-Monaco Streaming Gratis e Diretta TV su Canale 5 e Mediaset Premium: la conferenza stampa del Monaco

Per il Monaco hanno parlato l’allenatore, il portoghese Leonardo Jardim e il difensore esterno Sidibé. Il primo a parlare è stato proprio il giocatore: «Se siamo qui è chiaro che ci crediamo. Abbiamo perso il primo round, ma cercheremo di fare il possibile. Non cerchiamo rivalsa; è chiaro che siamo delusi per la sconfitta dell’andata. Non è ancora finita, siamo sempre riusciti a segnare tanti gol. Cercheremo di mettere in campo i nostri valori ed il nostro entusiasmo». Un giornalista ha chiesto cosa pensasse di Buffon: «E’ un gran portiere. Abbiamo avuto due occasioni ed ha fatto due parate straordinarie. Ha sempre dimostrato di essere un ottimo portiere, e lo dimostra ancora oggi. Mostra la sua concentrazione e la sua applicazione, dobbiamo trovare la chiave giusta per far gol a Buffon».

Quando gli fanno notare che la Juventus nelle competizioni europee ha perso una sola volta allo Juventus Stadium, Sidibé risponde così: «Potrebbe arrivare la seconda sconfitta. Abbiamo fatto un ottima stagione sia in campionato che in Champions. Daremo tutto per vincere domani. Si tratta di un match difficile ma faremo il massimo. Dobbiamo fare la partita perfetta e credere nelle nostre qualità. Siamo giovani ma abbiamo talento, dobbiamo finire la partita senza rimorsi come abbiamo fatto contro Dortmund e City. Si tratta di grandi match ma dobbiamo mettere in campo gli attributi giusti. Siamo nelle condizioni giuste per affrontare la Juve a livello di testa anche grazie al nostro percorso in campionato». Parlando dell’ambiente dello Stadium: «Siamo stati a Manchester ed a Dortmund e tutti noi aspiriamo a giocare grandi partite in grandi stadi contro grandi calciatori».

Dopo il difensore è arrivato il momento di Leonardo Jardim. La prima domanda riguarda le possibilità di sorprendere la Juventus: «Certo la Juventus ci ha messo in seria dfficoltà e ha messo a tacere i nostri punti forti. Se vogliamo qualificarci dobbiamo fare qualcosa in più, bisognerà cambiare qualcosina per cambiare il risultato». Un giornalista di lingua spagnola gli chiede un opinione sul recupero di Falcao: «Siamo contenti per il recupero di Falcao e ci aspettiamo grandi cose da lui fino alla fine della stagione». Parlando della strategia e delle condizioni di Mendy: «La strategia è quella di giocare una grande semifinale, dobbiamo scendere in campo col 100% delle nostre forze. Mendy oggi non è al 100%. E’ chiaro che abbiamo avuto problemi fisici e con partite così ravvicinate, dobbiamo dare il massimo e puntare sulla nostra freschezza. Ovvio che la partita di domani dovremo giocarla all’attacco, ma dovremo farlo con la mente fredda. Se ci scopriamo potremmo subire uno o due gol. L’ideale sarebbe segnare un gol nel primo tempo, per poi giocarci le nostre carte nel secondo».

Le domande dei giornalisti vertono poi su questioni tattiche, alle quali il tecnico portoghese risponde: «Abbiamo fatto gli stessi tiri in porta della Juve ma loro sono stati cinici ed hanno sfruttato le occasioni, è su questo che ho lavorato in questi giorni… Dobbiamo fare di più rispetto all’andata, dobbiamo ribaltare il risultato e sicuramente dovranno essere cambiate alcune cose. I giocatori sono pronti a dare tutto, io sono molto fiero di loro e sicuramente abbiamo già fatto tanto. E’ chiaro che tutti vogliamo arrivare in finale ma sono felice e fiero per tutto quello che abbiamo fatto. Nessuno credeva in noi, dobbiamo continuare col nostro sogno». La chiusura di Jardim è un proclama: «Domani vogliamo assolutamente continuare il nostro sogno in Europa».

Juventus-Monaco Streaming Gratis e Diretta TV su Canale 5 e Mediaset Premium: l’analisi del match

Nella partita d’andata, giocata allo Stadio Louis II di Monaco, i bianconeri si sono imposti per 2-0, grazie alla doppietta di Gonzalo Higuaín, con un gol per tempo, su assist di Dani Alves in entrambe le occasioni. Proprio Dani Alves era stata la mossa a sorpresa di Allegri: il mister l’aveva schierato in attacco nella zona normalmente occupata da Cuadrado, sia per le non perfette condizioni fisiche di Cuadrado, sia per assicurareuna maggior copertura difensiva, con l’inserimento di Barzagli in appoggio a Bonucci e Chiellini. A fine match il brasiliano risultò essere il migliore in campo. Positivo era stato anche l’impatto sul match da parte di Marchisio, chiamato a sostituire lo squalificato Khedira. Tuttavia il risultato non deve trarre in inganno: la Juventus ha dimostrato la sua solita forza difensiva, facendo capire il perché abbia subito solamente 2 gol in questa edizione della Champions League, ma Buffon si è dovuto prodigare in 4-5 interventi provvidenziali, uno dei quali sullo 0-0. Stasera sarà importantissimo mantenere alta la tensione e cercare di frenare la velocità e fisicità dei giovani giocatori monegaschi. La statistica è nettamente favorevole alla Juventus: nelle competizioni UEFA sono state 340 le volte in cui la squadra ospite si è imposta per 2-0 all’andata (l’ultima risalente allo scorso 22 febbraio, quando proprio i bianconeri s’imposero per 2-0 a Oporto, contro il Benfica), ed in 332 occasioni la partita di ritorno non riuscì a ribaltare l’esito della qualificazione.

Juventus-Monaco Streaming Gratis e Diretta TV su Canale 5 e Mediaset Premium: i precedenti

Oltre alla partita d’andata, vinta dai bianconeri per 2-0 allo Stadio Louis II, lo scorso 2 maggio, sono 4 i precedenti tra Monaco e Juventus, ed è la seconda volta che si affrontano in semifinale di Uefa Champions League. La prima volta fu nelle semifinali della stagione 1997-98: in quell’occasione i bianconeri di Lippi giocarono la partita d’andata in casa, al Delle Alpi, vincendo per 4-1, con tripletta di Del Piero (splendida punizione e due rigori) e gol di Zidane con un rasoterra dal limite dell’area nei minuti finali. Per il Monaco segnò Da Costa. Al ritorno la compagine torinese faticò più del previsto e si salvò grazie ai miracoli di Peruzzi ed a un Del Piero in gran spolvero. I bianconeri andarono in vantaggio con Amoruso (su assist di Del Piero), vennero raggiunti a causa di un autogol di Conte (con i regolamenti di oggi il gol sarebbe stato assegnato a Leonard, autore del tiro su punizione deviato da Antonio in barriera), e poi superati dal gol di Henry. Pareggiò i conti Del Piero, con uno splendido gol in girata su cross teso di Torricelli. Nei minuti finali Spehar siglò di testa il gol dell’inutile (per il Monaco) 3-2. La Juventus ottenne così la sua terza finale consecutiva in Champions League, la sua quarta consecutiva europea, considerando anche la finale di Coppa Uefa del 1995. Purtroppo in finale vennero sconfitti per 1-0 dal Real Madrid, con gol di Mijatovic in posizione dubbia.

Ben più recente la seconda doppia sfida tra bianconeri e monegaschi: le due squadre si affrontarono nei quarti di finale della Uefa Champions League 2014-15. Anche in quell’occasione la partita di andata si giocò a Torino (stavolta allo Juventus Stadium). Il match fu molto equilibrato ed i giocatori del Principato impegnarono Buffon in più occasioni. La Juventus s’impose per 1-0 con gol di Vidal su rigore assegnato per fallo di Carvalho su Morata(contestatissimo dall’allenatore monegasco, che considerava che il fallo fosse stato fatto fuori area). La partita di ritorno a Monaco fu davvero sofferta, ed i francesi reclamarono anche per un presunto fallo da rigore di Chiellini su Kondogbia (in effetti le immagini confermarono che il fallo c’era). Tuttavia la squadra di Allegri riuscì a limitare i danni e fermare il risultato sullo 0-0, ottenendo il passaggio alle semifinali. La Juventus in semifinale eliminò il Real Madrid, ma poi venne sconfitta in finale dal Barcellona per 3-1.

Il match in programma stasera, 9 maggio 2017, alle 20 45 al Juventus Stadium, sarà il 28° giocato dai bianconeri contro squadre francesi; il bilancio dei precedenti 27 incontri è nettamente favorevole alla Vecchia Signora: 16 vittorie, 6 pareggi e 5 sconfitte. I Bianconeri sono imbattuti con squadre francesi da 7 incontri (5 vittorie ed 1 pareggio).

Juventus-Monaco Streaming Gratis e Diretta TV su Canale 5 e Mediaset Premium: le combinazioni di risultati

Il 2 a 0 rifilato all’andata mette i bianconeri in un’ottima posizione, ma in vista di Juventus-Monaco occorrerà comunque fare un po’ di calcoli per il passaggio alla finale. Evidentemente la squadra di Massimiliano Allegri è in’ottima posizione di vantaggio rispetto ai monegaschi, che anche vincendo per 1 a 0, ad esempio, non sarebbe qualificati per la finalissima di Cardiff del prossimo 3 giugno. Caso diverso quello in cui i biancorossi del Principato dovessero segnare più di un gol: giocando fuori casa, un paio di reti avrebbero un peso diverso. Ecco perché alla Juventus servirà prima di tutto segnare almeno un gol per mettere a sicuro il discorso qualificazione, a quel punto basterà evitare che il Monaco arrivi per tre volte al gol (ma vista la solida difesa bianconera, pare impresa impossibile almeno in teoria). Ecco una serie di combinazioni di risultati per il passaggio del turno. Dunque ecco i possibili risultati (dai più probabili a quelli evidentemente meno probabili) che lascerebbero alla Juventus (o al Monaco) l’accesso al passaggio del turno e dunque, di conseguenza, alla finale di Cardiff. Occhio anche all’eventualità, che esiste, dei tempi supplementari e poi eventualmente calci di rigore:

  • Juventus-Monaco 0 a 0: Juventus qualificata e in finale
  • Juventus-Monaco 1 a 0: Juventus qualificata e in finale
  • Juventus-Monaco 2 a 0: Juventus qualificata e in finale
  • Juventus-Monaco 0 a 1: Juventus qualificata e in finale
  • Juventus-Monaco 0 a 2: tempi supplementari e eventualmente calci di rigore
  • Juventus-Monaco 3 a 0: Juventus qualificata e in finale
  • Juventus-Monaco 0 a 3: Monaco qualificato e in finale
  • Juventus-Monaco 2 a 1: Juventus qualificata e in finale
  • Juventus-Monaco 1 a 2: Juventus qualificata e in finale
  • Juventus-Monaco 3 a 1: Juventus qualificata e in finale
  • Juventus-Monaco 1 a 3: Monaco qualificato e in finale
  • Juventus-Monaco 1 a 4: Monaco qualificato e in finale
  • Juventus-Monaco 4 a 1: Juventus qualificata e in finale
  • Juventus-Monaco 0 a 4: Monaco qualificato e in finale
  • Juventus-Monaco 5 a 0: Juventus qualificata e in finale
  • Juventus-Monaco 0 a 5: Monaco qualificato e in finale
  • Juventus-Monaco: 1 a 5: Monaco qualificato e in finale
  • Juventus-Monaco 2 a 3: Juventus qualificata e in finale
  • Juventus-Monaco 3 a 4: Juventus qualificata e in finale
  • Juventus-Monaco 2 a 4: Monaco qualificato e in finale
  • Juventus-Monaco 2 a 5: Monaco qualificato e in finale
  • Juventus-Monaco 3 a 5: Monaco qualificato e in finale
  • Juventus-Monaco 1 a 1: Juventus qualificata e in finale
  • Juventus-Monaco 2 a 2: Juventus qualificata e in finale

Juventus-Monaco Streaming Gratis e Diretta TV su Canale 5 e Mediaset Premium: l’arbitro del match

Juventus-Monaco, in programma stasera alle 20: 45, sarà arbitrata dall’olandese Björn Kuipers, internazionale dal 2006, e che nella stagione 2016-17 ha già arbitrato i bianconeri in altre due occasioni: Juventus-Lione 1-1 nella fase a gironi, e Barcellona – Juventus 0-0, partita di ritorno dei quarti di finale, giocata al Camp Nou. In precedenza il fischietto olandese aveva arbitrato la Juventus nella sciagurata sconfitta per 4-1 contro il Fulham, a Londra, nell’Europa League 2009-10 (ottavi di finale), ed in occasione dell’andata degli ottavi di finale di Europa League 2013-14 contro la Fiorentina, finita in parità (1-1). Mister Allegri vanta anche un precedente quando si trovava alla guida del Milan, in occasione del ritorno dei quarti di finale di Champions League, a Barcellona. Quel giorno l’arbitro olandese mandò su tutte le furie il tecnico livornese, concedendo un rigore per presunto fallo di Nesta su Busquets. Quel giorno il Barcellona si impose con un 3-1 che, sommato allo 0-0 dell’andata, qualificò i catalani ai quarti di finale. Per Kuipers sarà la 44ª presenza in Champions League, e sarà coadiuvato dagli assistenti Sander Van Roekel ed Erwin Zeinstra; il quinto e sesto ufficiale di gara saranno Makkelie e Van Boekel, mentre il quarto uomo, a bordo campo, sarà interpretato da Mario Diks.

Juventus-Monaco Streaming Gratis e Diretta TV su Canale 5 e Mediaset Premium: le quote dei bookmakers

Per le principali agenzie bookmaker si dà per scontata la qualificazione della Juventus, pagata a 1.01 da Bwin e Snai, ed a 1.02 da Bet365. La qualificazione del Monaco premierebbe gli scommettitori con 11 volte la posta su Bwin, mentre su Snai e Bet365 addirittura 20 e 21 volte la posta. Anche per quanto riguarda l’esito della singola partita la Juventus viene considerata nettamente favorita rispetto alla squadra del Principato. Su Bet 365 le quote sono le seguenti: 1.61 per la vittoria dei Bianconeri, 4.10 per il pareggio e 6.0 per la vittoria del Monaco. Per la Snai scommettere sulla Juventus vincente paga 1.60, contro un 5.50 in caso di vittoria dei monegaschi, e 4.0 per il pareggio. Quote molto simili per Bwin: 1.65 per la Juventus, 4.0 per il pareggio e 5.25 per la vittoria dei francesi.

Juventus-Monaco Streaming Gratis e Diretta TV su Canale 5 e Mediaset Premium: Sacchi elogia Allegri

Fra Arrigo Sacchi e Massimiliano Allegri non è mai corso buon sangue. Celebre fu soprattutto la lite dopo Atletico Madrid-Juve, gara vinta 1-0 dalla squadra di Simeone nel lontano 2014, quando Sacchi disse: «Con la Juventus ci risiamo: quando gioca in Italia sembra aver grande personalità, quando va fuori sembra abbia dimenticato come si gioca al calcio». Ma da allora le cose sono cambiate. E lo testimoniano gli elogi di oggi, sulle pagine della Gazzetta dello Sport, dell’attuale opinionista di Mediaset Premium sulla Juve e su Allegri, lodato a poche dalla semifinale di ritorno di Champions League contro il Monaco: «La Juventus è un carro armato guidato da un ottimo allenatore e grandissimo tattico come Massimiliano Allegri: magnifico interprete delle nostre tradizioni calcistiche, rivisitate e aggiornate. Forse la sua squadra non sempre cerca lo spettacolo e il dominio del gioco ma è un capolavoro di pragmatismo, concretezza, forza fisica, carattere, talento, valori umani, professionali e con una vocazione difensiva unica. Una squadra sinergica come poche: non le mancano la modestia, l’orgoglio di appartenenza, l’etica del collettivo e del campo, così come il sacrificio, e la voglia di correre e lottare per i compagni».

Juventus-Monaco Streaming Gratis e Diretta TV su Canale 5 e Mediaset Premium: il fattore Stadium

L’unica speranza di arrivare a Cardiff per il Monaco, questa sera, è di battere la Juventus nel suo Stadium. Impresa non impossibile, ci mancherebbe, ma certamente proibitiva. Sono infatti passati quattro anni, anche se sembra sia trascorsa un’intera era geologica, dall’ultima sconfitta interna dei bianconeri in Europa. La società, tassello dopo tassello, in questi anni ha infatti costruito una rosa formidabile, capace di toccare picchi di rendimento mostruosi sia in Italia che in Europa. Oltre ai tanti scudetti vinti, statistica che domenica contro la Roma verrà probabilmente aggiornata, la Juve è riuscita a costruirsi un’identità fortissima a livello mondiale, tale da garantirle un presente vincente e un futuro radioso all’orizzonte. Ci è voluto del tempo, e non poco, per garantire alla squadra un livello di competitività straordinario. Basta tornare indietro nel tempo per rendersene conto. E il 2013 rappresenta il vero punto di non ritorno: la Juve di Conte esce dalla Champions League, dopo aver rimediato una doppia batosta contro il Bayern Monaco. Su tutti, fece impressione la sconfitta della gara di ritorno: secco 0-2 allo Juventus Stadium al termine di una partita dominata in lungo e in largo dalla corazzata di Heynckes, che poi riuscì a fare il triplete con meriti enormi. Ma oggi per la Juve in Europa è tutta un’altra musica…

Juventus-Monaco Streaming Gratis e Diretta TV su Canale 5 e Mediaset Premium: le formazioni ufficiali

Massimiliano Allegri e Leonardo Jardim hanno svelato le carte, rendendo noti i rispettivi undici di partenza che si sfideranno sul terreno di gioco dello Juventus Stadium. La Juventus si schiera con il 4-2-3-1 che ha caratterizzato questa seconda parte di stagione. Davanti a Buffon ci saranno il duo centrale Bonucci-Chiellini e Barzagli e Alex Sandro occuperanno, rispettivamente, fascia destra e sinistra. Pjanic e Khedira in mediana, il trio Dani Alves-Dybala-Mandzukic, invece, giocherà alle spalle del Pipita Higuain, regolarmente in campo dopo i problemi accusati in settimana. Il club del Principato risponde schierandosi con il 4-4-2. Subasic tra i pali, linea difensiva costituita da Raggi, Glik, Jemerson e Sidibè. Saranno, poi, Bernardo Silva e Dirar ad agire da esterni offensivi, con Moutinho e Bakayoko come cerniera centrale. L’ormai affiatata coppa, Radamel Falcao e Kylian Mbappè, avrà il compito di ribaltare lo 0-2 dell’andata.

Condividi