Montolivo: «Due i momenti più belli della mia carriera»

67
© foto www.imagephotoagency.it

Riccardo Montolivo racconta la sua carriera ma anche la sua vita d’atleta a 52, tra ragazzi e ragazze, selezionati dalle scuole calcio che hanno potuto conoscere da vicino il centrocampista del Milan

Riccardo Montolivo, centrocampista del Milan, ha parlato in conferenza stampa, insieme a Marco Parolo, rispondendo alle domande di 52 ragazzi e ragazze selezionati dalle scuole calcio. Tanta la curiosità e tante le risposte dei due calciatori che hanno risposto molto volentieri alle domande dei ragazzi presenti.

IL COMMENTO DEL CENTROCAMPISTA – Queste le parole di Montolivo: «I momenti più belli della mia carriera? Sono due: l’esordio da professionista, nel 2003, con la maglia dell’Atalanta, e l’esordio in Nazionale, nel 2007, con la Nazionale per cui ringrazio mister Donadoni. Il periodo più complesso è stato quello successivo all’infortunio del 2014, che non mi permise di andare in Brasile ai Mondiali, che sono il sogno di tutti. Valenza sociale dello sport? Lo sport fa bene in tutti i sensi: favorisce l’amicizia, fa bene al fisico e aiuta anche ad evitare frequentazioni malsane».

Antonio Parrotto
Giornalista sportivo. Non vendo sogni ma solide news. E anche panini, birre e patatine.
Condividi
Articolo precedente
parolo-lazio-agosto-2016Parolo: «La parola del mister è legge»
Prossimo articolo
pescaraSebastiani: «Contenti di aver tenuto Verre»