Allegri e ‘Lo sport che mi piace’: «Sì al confronto, no insulti» – VIDEO

Allegri e ‘Lo sport che mi piace’: «Sì al confronto, no insulti» – VIDEO
© foto www.imagephotoagency.it

Il video postato da Max Allegri sul proprio Twitter per aderire alla campagna Lo Sport che mi piace contro gli insulti nel mondo del calcio

Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, ha aderito alla campagna promozionale ‘Lo Sport che mi piace’ con un video pubblicato sul proprio account ufficiale Twitter. L’allenatore bianconero ha rilasciato un breve video-messaggio in cui si schiera contro gli insulti nel mondo dello sport in generale e quello sui social nel particolare: «Nello sport non ci sono nemici, ma solo avversari: li rispetto perché, senza di loro, non c’è gara. Basta insulti, anche sui social! Un Manifesto utile per ristabilire un contatto diretto, sincero e fondato sui valori nobili dello sport» è il contenuto del tweet postato da mister Allegri.

Che, nel video, aggiunge: «Lo sport che mi piace non è lo scontro ma il confronto, le tesi si discutono ma le persone si rispettano. Rispetto gli avversari e gli arbitri anche perché altrimenti si gioca soli e non ci si diverte. Rispetto i tifosi delle altre squadre che soffrono come me con grande passione. Lo sport che mi piace non insulta chi sbaglia, anzi lo sport che mi piace non insulta proprio». Questo, dunque, il messaggio che Allegri ha pubblicato per aderire alla campagna mentre successivamente il tecnico bianconero ha replicato alle domande di alcuni follower: «Non vale solo per il calcio o lo sport e riguarda tutti noi, non sempre solo “gli altri”. Se posso permettermi, il “sí ma ha cominciato lui” dai 7 anni in poi non è una scusa accettabile. E ripeto, questo al di là delle maglie, dei colori, del tifo e del prendersi in giro in ufficio la mattina dopo un derby…».