Arsenal, accordo per il taglio degli stipendi ma Ozil rifiuta

ozil
© foto www.imagephotoagency.it

Ozil non sarebbe convinto della decurtazione dello stipendio: è il primo calciatore a rifiutare il taglio

Juve, Roma e Parma hanno annunciato il taglio degli stipendi. Anche in casa Arsenal hanno deciso di ridursi i salari del 12,5% per aiutare il club a gestire l’impatto finanziario dell’emergenza Coronavirus.

Secondo il Daily Mail però, Mesut Ozil è stato il primo calciatore a dire di no e a opporsi al taglio. Il giocatore infatti non avrebbe aderito all’accordo perché non convinto della necessità di questa riduzione d’ingaggio (si parla di 350mila sterline a settimana). Il giocatore «vuole prima esser sicuro del reale impatto finanziario della pandemia», scrive il tabloid.