Connettiti con noi

Borussia Dortmund

Buon compleanno a… Youssufa Moukoko

Pubblicato

su

Oggi è il compleanno Youssufa Moukoko, attaccante del Borussia Dortmund, negli scorsi mesi la sua età è stata oggetto di dibattito

Oggi Youssufa Moukoko compie 19 anni. La questione della sua età è stata oggetto di dibattito, quando la testata austriaca laola1 ha pubblicato un certificato di nascita datato 2000 con il nome Yousouffa Mahamadou e attribuito al ragazzo. Il documento sarebbe stato inviato niente meno che dal padre adottivo del giocatore a un giornalista. L’attaccante del Borussia Dortmund è nato in Camerun, per poi trasferirsi nel 2014 in Germania, dove è stato adottato. Già nel 2017 erano sorti dubbi sulla sua effettiva età, ma la Federcalcio tedesca aveva negato qualsiasi illegittimità, ribadendo come la data di nascita di Moukoko fosse il 20 novembre 2004. Il suo avvocato ha prontamente smentito la notizia, anche perché sarebbe stata non banale una differenza di ben 4 anni: «Tutti i documenti ufficiali che abbiamo, rilasciati dalle autorità sia in Camerun che in Germania, confermano la data di nascita del 2004. Questi i documenti che includono anche il vero certificato di nascita di Moukoko».

Decisamente più calcistico è il parere espresso attorno alla sua età da parte di Erling Haaland, che in Germania ha mosso alcuni passi della sua carriera, rimanendo colpito da quanto vedeva, tanto da dichiararlo in maniera convinta: «Youssoufa Moukoko è sicuramente più forte di me di quando avevo 15 anni. Non ho mai visto un 15enne così forte come lui. Davvero, è difficile vedere qualcuno con queste doti alla sua età. Io giocavo nel Bryne FK, lui è già al Borussia Dortmund. Non si possono mettere a confronto le due situazioni. Non c’è paragone».
Non paia un dibattito sul nulla o su una questione marginale. Per un semplice motivo: Youssuofa è un ragazzo da record e, come tale, lo si è conosciuto, non ci sarebbe niente di peggio che andare a sporcare una bella storia.

Borussia Dortmund, Moukoko diventa il più giovane di sempre ad esordire in Champions League

Tra i primati più significativi, c’è stato l’essere stato il più giovane di sempre a segnare un gol in Bundesliga. E che gol: un sinistro potente sotto la traversa a 16 anni e 28 giorni, exploit fatto sul campo dell’Hertha Berlino dopo avere sostituito – guarda un po’ – proprio Haaland. Insomma, stiamo parlando di un esempio di precocità straordinario, che porta la Nike a fargli firmare un contratto quando di anni ne ha solo 14. Ed è chiaro che con una promessa del genere, la prefigurazione del suo futuro è una faccenda bella seria. Lo si è capito perfettamente quando in Qatar – già, ha già pure esordito in un Mondiale! – non ha chiarito perfettamente il suo domani: «Deciderò più avanti cosa farò e lo scoprirete. Sento la fiducia dell’allenatore e a Dortmund sto molto bene, ma vedremo». A quel punto è chiaro che qualcuna tra le grandi d’Europa abbia fatto qualche pensiero malizioso sulla possibilità di andare a fare una scommessa su di lui senza tirare fuori un euro per l’acquisizione.

Barcellona, c’è la stellina Moukoko per l’attacco: affare a parametro zero?

Anche perché il suo agente, Patrick Williams, alla Bild ha giocato sulla scadenza de contratto nel 2023 dicendo che non era assolutamente scontata la firma sul rinnovo: «Gli infortuni lo hanno condizionato in questa stagione, ma non sta trovando i minuti di cui avrebbe bisogno per crescere. In questo momento ha bisogno di giocare di più. Io devo pensare al meglio per il suo futuro». Sebastin Kiel, direttore sportivo del club giallonero, non si è spaventato e a Kicker ha espresso una convinzione e una speranza: «Gli abbiamo fatto un’offerta allettante, con ampi margini di crescita. Ora tocca a Youssoufa e al suo entourage prendere una decisione. Può accettare e impegnarsi col Borussia Dortmund o possiamo separarci. Vorrei che ci scegliesse, perché il suo sviluppo non si è completato e in lui vediamo molto potenziale. Ma ci sono dei limiti per noi come club. Ora tocca a lui».

Borussia Dortmund, ufficiale: Moukoko rinnova il suo contratto fino al 2026 – 📸

Alla fine tutto è andato bene, se così si può dire. Finora ha segnato 2 gol, uno in Bundesliga e un altro in Coppa di Germania. Nell’ultima sfida di campionato ha preso il posto di Fullkrug nel finale, ma non è bastato per evitare la sconfitta a Stoccarda.