Connettiti con noi

Hanno Detto

Braida: «Attacco Juve? A me piace Scamacca. La mia idea su Dybala»

Pubblicato

su

Braida

Ariedo Braida, consigliere della Cremonese, ha parlato alla Gazzetta dello Sport sulle grandi del calcio italiano

Ariedo Braida ha parlato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport. Le parole del consigliere della Cremonese sulle big del calcio italiano:

CREMONESE – «Stiamo facendo un ottimo lavoro e ora arrivano anche i risultati. Serve anche il senso di appartenenza per dare il massimo. Non solo a noi ma anche ai piani alti. Siamo in un ottimo momento di forma e domenica affronteremo il Lecce. Arrivare tra le prime otto è un’impresa, la B è super quest’anno. Cerchiamo di stare al passo».

SENSO DI APPARTENENZA – «Per i grandi cicli servono fondamenta importanti: tecniche e morali. Nel Milan quanto anni hanno giocato Baresi, Maldini, Gattuso o Sheva? Nella Juve Buffon, Chiellini o Marchisio hanno vestito quella maglia per un decennio».

INTER – «Sotto questo aspetto è avanti. La squadra di Inzaghi ha un’anima, frutto di una semina di anni. Ranocchia e D’Ambrosio sono preziosi».

DYBALA – «Quando era al Palermo lo indicai al Barcellona, ma non lo considerarono perché non aveva precedenti importanti. Io ci rifletterei prima di lasciarlo andare».

MILAN – «Con lo Spezia un’incidente di percorso. Può lottare ancora per lo scudetto, serve un colpo in difesa. Botman? Ha qualità importanti, io punterei su di lui anche dovessi aspettare l’estate».

JUVE«Cerca una punta. Il fuoriclasse è Vlahovic, ma a me piace Scamacca. Deve avere pazienza, ci vuole poco a rimettersi in corsa se si punta sui giovani giusti».