Capello rilancia la polemica: «Scudetto 2006 all’Inter? Una comica»

Capello rilancia la polemica: «Scudetto 2006 all’Inter? Una comica»
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex tecnico della Juventus Fabio Capello torna di nuovo a parlare dello Scudetto 2006 sottratto ai bianconeri e assegnato a tavolino all’Inter, ma non solo…

Una bordata che non passerà sicuramente inascoltata quella di Fabio Capello: l’ex allenatore della Juventus campione d’Italia (sul campo) nel 2006, è tornato nuovamente a parlare delle ben note vicende di Calciopoli e del famigerato Scudetto assegnato all’Inter quell’estate. «Aver assegnato quel titolo ai nerazzurri è stata una comica, una cosa nettamente ingiusta – la sassata lanciata dall’ex tecnico bianconero ai microfoni di Radio Anch’io Sport. Non sono stati rispettati i tempi e le regole, cioè non è stata data la possibilità alla giustizia sportiva di poter operare correttamente. Guido Rossi (all’epoca commissario straordinario della FIGC, ndr) agì davvero troppo frettolosamente».

Parlando invece di argomenti di attualità, Capello si è soffermato a tracciare anche una quadro della difficile situazione di Gonzalo Higuain al Milan: «Gli è rimasto dentro quel rigore sbagliato contro la Juve, da allora non è più lui: è un altro giocatore, ha perso intensità ed è più lontano dalla porta. Non so cosa gli sia successo, ma speriamo per il Milan che torni ad essere quello che conosciamo tutti. Le qualità le ha sempre, fisicamente magari c’è un calo, ma l’intelligenza tattica e la capacità di farsi trovare pronto la si vede comunque. Anzi, migliora». Sul caso razzismo negli stadi che tiene ancora banco invece in questi giorni, l’ex tecnico ha una soluzione semplice ma efficale: invitare tutti i giocatori a sedersi in campo al primo accenno di coro discriminatorio bloccando così di fatto la partita.