Caso Diawara, l’avvocato Grassani: «Probabile ammenda invece della sconfitta a tavolino»

diawara roma
© foto www.imagephotoagency.it

Oggi il Giudice Sportivo si pronuncerà sul caso Diawara che tiene in ansia la Roma. Questo il pensiero dell’avvocato Grassani

Oggi il Giudice Sportivo farà chiarezza sul caso Diawara e si pronuncerà sulla possibile sconfitta a tavolino della Roma contro il Verona. Nel caso dovessero ricevere la sconfitta per 0-3 presenterebbero immediatamente ricorso puntando alla buona fede dell’errore commesso.

Il club ammette l’errore, ma fa notare come sia stata una svista non certo finalizzata ad una frode. Mancherebbe il dolo, insomma, tesi avvalorata dal fatto che la Roma aveva 4 slot liberi nella lista dei 25 e avrebbe potuto tranquillamente inserire Diawara in uno degli stessi. In più la svista non ha prodotto nessun vantaggio diretto, visto che al posto del guineano non è stato utilizzato un altro giocatore.

Questo il pensiero dell’avvocato Mattia Grassani alla Gazzetta dello Sport: «Mi sembra un caso sostanzialmente meno grave rispetto a quello del Sassuolo. L’irregolarità formale o amministrativa non ha procurato benefici non escludo che possa essere comminata un’ammenda invece della sconfitta a tavolino»