Castrovilli: «Contentissimo per Iachini. Chiesa rimane? Non compete a me dirlo»

Castrovilli Fiorentina
© foto www.imagephotoagency.it

Gaetano Castrovilli, centrocampista della Fiorentina, è intervenuto ai microfoni de La Gazzetta dello Sport. Ecco le sue parole

Gaetano Castrovilli, centrocampista della Fiorentina, è intervenuto ai microfoni de La Gazzetta dello Sport. Ecco le sue parole:

TRE MOMENTI PIÙ BELLI – «L’esordio in A contro il Napoli, non ci credevo neppure. Il gol a San Siro contro il Milan: un’emozione indescrivibile segnare alla Scala del calcio. La prima convocazione e l’esordio in Nazionale maggiore. Non avrei potuto chiedere di più alla mia prima stagione in A».

CHIESA – «Cosa gli devo dire per farlo rimanere? Sono cose che non possono competere a me. Sono scelte personali di Federico e della Fiorentina. Io posso solo dire che Fede è un grande calciatore oltre che un ottimo ragazzo».

CONFERMA IACHINI – «Se sono contento? Certo, felicissimo. Il mister ha lavorato sodo in un momento molto difficile e delicato, ci ha aiutato tanto e ci ha trasmesso dei valori importanti. Penso che insieme a lui potremo continuare a crescere. Il Presidente Commisso ha dimostrato ancora una volta di dare grande valore al lavoro che le persone fanno e al-l’impegno che ci mettono».

EUROPEO – «Avrò a disposizione un anno in più per fare del mio meglio e dimostrare a Mancini di poter essere utile alla causa. Spero di esserci, ma so che non sarà facile: l’Italia ha un centrocampo davvero di altissimo livello, la concorrenza è tanta».