Milan, la Cina è vicina: Borini, Zapata e Abate ponderano l’addio

Milan, la Cina è vicina: Borini, Zapata e Abate ponderano l’addio
© foto www.imagephotoagency.it

Offerta dalla Cina per Kessié e Fabio Borini (vicinissimo allo Shenzen), ma non solo: in casa Milan anche Zapata e Abate, in scadenza, potrebbero essere tentati…

La Cina continua a essere vicina per il Milan nonostante il cambio di proprietà estivo e l’addio a Yonghong Lì a favore di Elliot. In questi giorni in casa rossonera si sono palesati più interessamenti da parte di club cinesi per alcuni dei giocatori al momento in rosa. Primo tra questi Franck Kessié (che ha però un certo mercato anche e soprattutto in Europa), per cui avrebbe svolto un sondaggio il Bejing Guoan: avances respinte dal direttore sportivo milanista Leonardo, a meno di un’offerta davvero milionaria (al club e al giocatore) che potrebbe, allora sì, far vacillare il club. Non ha bisogno invece di offerta milionarie Fabio Borini, da settimane ormai in trattativa con lo Shenzen: ci sarebbe già un accordo di massima tra l’entourage del giocatore e la società cinese, mentre il Milan chiede 7/8 milioni di euro per chiudere l’affare. Si può fare.

Chi guarda alla Cina con un certo interesse nello spogliatoio rossonero è anche il difensore Christian Zapata, tra i più presenti in campo nelle ultime settimane (causa defezioni altrui): il suo contratto con il Milan è in scadenza al termine di questa stagione e la prospettiva di andare a guadagnare tanto, anzi tantissimo, in Cina già a partire da gennaio potrebbe intrigarlo non poco. Considerazioni più o meno simili anche per Ignazio Abate (pure lui in scadenza a fine stagione), che nelle prossime settimane tirerà le somme con il suo agente Mino Raiola: non è esclusa la cessione a gennaio e nemmeno l’esperienza orientale.