Conferenza Juric Torino Bologna: le dichiarazioni dopo la gara
Connettiti con noi

Bologna News

Conferenza Juric Torino Bologna: «Oggi squadra fantastica, peccato per le occasioni perse. 4 maggio? Ho una speranza»

Pubblicato

su

Juric

Ivan Juric ha parlato in conferenza stampa dopo Torino Bologna, ecco le dichiarazioni del tecnico croato ai margini del big match di Serie A

(Inviato allo Stadio Olimpico Grande Torino) Ivan Juric è intervenuto in conferenza stampa dopo Torino Bologna. Ecco le dichiarazioni del tecnico granata davanti ai cronisti riuniti al Grande Torino proprio a pochi istanti dal triplice fischio dell’incontro di Serie A.

RAMMARCIO – «Abbiamo fatto il Massimo. Abbiamo fatto una bella partita, costruendo più del Bologna. Squadra oggi fantastica contro un Bologna che a me piace. Abbiamo fatto una prestazione eccellente».

COSA È MANCATO – «Non so cosa rispondere. Oggi abbiamo avuto veramente 3 palle gol. Vedi la palestra. Se devo guardare in generale forse in stagione sono mandati gli estremi. Là sviluppando un certo tipo di gioco. Oggi abbiamo creato più del Bologna, ma non siamo riusciti a fare gol. È un discorso ormai ripetuto».

RAMMARICO ILIC «Può fare molto meglio. È un calciatore che ha potenzialità per fare meglio. Quando accelera guarda l’attaccante, la mette sui suoi piedi/testa. È una cosa fantastica. Deve crescere in alcune situazioni dove non sta facendo bene. Ci sono momenti bellissimi e altri dove può migliorare».

4 MAGGIO – «Io voglio che domani sia una giornata speciale. Soprattutto per i miei giocatori. Oggi il mondo è diverso rispetto a 20 anni fa. I miei giocatori domani devono sentire. Devono apprezzare il posto dove sono e sentire Buongiorno che partecipa. Questo mi auguro».

PERCHE’ VUOI I SUOI GIOCATORI VICINO ALLA LAPIDE – «Spesso per confusione non siamo riuscit ad arrivare sotto alla lapide, ci siamo rimasti male. Il primo anno ero vicino a Belotti e mi sono quasi venute le lacrime agli occhi. L’anno scorso l’organizzazione non è stata ottimale e anche io non l’ho vissuto. I nostri nuovi devono sentire quel silenzio perché gli rimarrà per tutta la vita. Deve essere organizzato al meglio perché tutti i ragazzi capiscano e facciano le domande. Voglio che gli rimanga dentro»

DIFFERENZA TORO BOLOGNA – «Loro hanno 20 giocatori di altissimo livello, noi molti meno: questa volta do grandi meriti all’allenatore. Noi siamo tosti, non li abbiamo mai fatti tirare e in altre gare potevamo segnare sette o otto gol. Loro sono una bella squadra, ma la differenza è stata fatta da Thiago. Sarà un grande allenatore da grande squadra»