I Conti diventano re in Nazionale: convocazione per Bruno jr.

La famiglia Conti fa parte della storia del calcio italiano da tre generazioni ormai

Bruno, Daniele e Bruno Conti. L’albero genealogico di questa famiglia romana ha radici nel mondo del calcio. Tutto iniziò a Nettuno, poi prese piede a Roma e, infine, a Cagliari. Come scrive stamane Il Corriere dello Sport, i Conti non possono stare senza pallone. A partire dal padre, leggenda vivente della Roma, passando per i figli Daniele, capopopolo nel capoluogo sardo, e Andrea, poi ritiratosi anch’egli. Fino ai nipoti: Bruno junior e suo fratello Manuel, elementi del settore giovanile del Cagliari Calcio. Il classe 2002, Bruno Conti, da ieri veste anche la casacca della Nazionale Under 15.
CALCIO NEL DNA – Daniele, Conti, quella gloriosa maglia azzurra, inspiegabilmente, non l’ha mai vestita mentre nonno Bruno alzò la Coppa del Mondo nel lontano 11 luglio 1982. Cui seguì, un anno dopo, lo Scudetto con la Roma. Una famiglia scesa in campo sempre e comunque, basti pensare a quando l’ex Cagliari segnò due gol al Torino nel 2013 e corse ad abbracciare il primogenito Bruno, condividendo con lui l’emozione del gol vittoria al minuto 94. Stesso dicasi nel mese di novembre quando i granata furono colpiti ancora una volta dal Capitano che esultò insieme a Manuel. Storie di calcio, storie di famiglie nel calcio.