Napoli, caso Diawara: dal Bernabeu ai 483 minuti con Ancelotti

Napoli, caso Diawara: dal Bernabeu ai 483 minuti con Ancelotti
© foto www.imagephotoagency.it

Amadou Diawara è un caso, le poche presenze con Ancelotti fanno pensare a una cessione da parte del Napoli. Ma la valutazione…

Napoli, lo strano caso di Amadou Diawara. Da quella notte del Bernabeu a oggi ne è passata di acqua sotto i ponti. Ma, in compenso, la carriera del centrocampista del Napoli non è certo decollata come le aspettative lasciavano presagire. Era il 15 febbraio 2017 quando l’allora 19enne Diawara veniva inserito dalla stampa spagnola tra i migliori in campo di Real Madrid-Napoli, incantando il Bernabeu per personalità e classe. Era un diamante destinato a brillare, ma i numeri non mentono: con Sarri ha giocato poco, pochissimo. Con Carlo Ancelotti ancora meno. Un caso, come riportato dal Corriere dello Sport, che potrebbe aprire scenari impensabili di calciomercato.

Da quando c’è Carlo Ancelotti sulla panchina del Napoli il centrocampista ha giocato pochissimo, totalizzando appena 10 presenze stagionali, di cui solamente 6 da titolare, e un totale complessivo di 483 minuti. Piccolo dettaglio: tutti in campionato, visto che in questa stagione la Champions l’ha vista solamente dalla panchina in cinque occasioni e addirittura una volta dalla tribuna. Lo scorso anno, con Sarri, giunti a questa fase della stagione aveva messo insieme 787 minuti, con 4 presenze da titolare in Champions. Diawara, dunque, non sembra essere esattamente al centro dei piani del Napoli di Ancelotti, ma il club non ha intenzione di cederlo. A meno che non arrivi qualcuno disposto a pagare i 35/40 milioni di euro, valutazione che ne fa il club partenopeo e che appena un anno fa veniva offerta dal Tottenham. Altri tempi.