Emergenza Coronavirus, Gori: «A Bergamo non conteggiati 212 morti»

Emergenza Coronavirus
© foto www.imagephotoagency.it

Il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, corregge le cifre del bollettino della Protezione Civile: ecco le sue parole

Il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, ha corretto le cifre del bollettino della Protezione civile sull’emergenza Coronavirus. Ecco le sue parole sul profilo Twitter che dipingono una situazione molto più grave.

«A Bergamo, dall’1 al 24 marzo, i decessi dei residenti sono stati 446: 348 più della media degli ultimi anni (98). I decessi ufficialmente dovuti a Covid19 nel periodo sono 136. Ce ne sono 212 in più».