Ex allenatore Eriksen: «Il Milan lo chiamò per fare un provino»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Intervistati da La Gazzetta dello Sport, il primo presidente e allenatore di Eriksen raccontano la storia del miglior danese da Laudrup

Intervistato da La Gazzetta dello Sport, Claus Hansen, presidente del club in cui Eriksen ha tirato i propri primi calci, ha così parlato dell’allora giovane prospetto danese: «Immaginate che Roby Baggio non giochi mai: sareste scioccati, no? Ecco, per noi è lo stesso. Vedi Conte così passionale, poi Eriksen tanto tranquillo, timido, e pensi siano incompatibili. Invece no: il nostro ragazzo è educato, rispettoso, ma ha carattere. Corre, lotta più di quanto si pensi. È il giocatore che serve all’Inter per questo scudetto». 

PROVINO ROSSONERO – Ai microfoni della rosea anche Tonny Hermansen, allenatore che inserì Eriksen nella selezione giovanile regionale: «Col Middelfart giocava contro la squadra di mio figlio e lo batteva sempre. Una volta, il miracolo: vincevamo 4-0, poi lui si mise a giocare e finì 8-4. Quando ho potuto allenarlo, ho capito che sarebbe diventato il miglior danese dai tempi di Laudrup: all’Inter era solo questione di tempo, è perfetto da interno». CONTINUA SU MILANNEWS24