Serie A e FIGC, che rinnovamento! Qualcuno auspica Galliani e Carraro, come nel 2006

galliani carraro
© foto www.imagephotoagency.it

Galliani come presidente della Serie A, Carraro commissario FIGC: nell’auspicato rinnovamento del calcio, qualcuno torna indietro al 2006 e tira fuori dal cilindro i nomi di entrambi i dirigenti

Dopo l’addio di Carlo Tavecchio alla FIGC un ritorno al passato non è certo prevedibile. Eppure qualcuno lo auspica. Nell’ottica di un rinnovamento della Federazione e dei vertici del calcio italiano, ecco spuntare un paio di nomi di cui, probabilmente, avrete sentito già parlare: quelli di Franco Carraro ed Adriano Galliani. Proprio l’ex amministratore delegato del Milan, attuale presidente di Mediaset Premium e collaboratore stretto di Silvio Berlusconi, sarebbe stato menzionato in queste ore come possibile nuovo commissario della Federazione. Difficile che Galliani vada a ricoprire quel ruolo (anche se, in caso di vittoria di Forza Italia alle prossime elezioni politiche, non è escluso che il suo nome possa essere più che spendibile come presidente FIGC post-commissariamento), ma c’è un’altra carica per cui l’ex a. d. rossonero è ancora in corsa: quella di presidente della Lega di Serie A. Tra qualche giorno il massimo campionato eleggerà il proprio rappresentate e da mesi ormai si parla di Galliani, che ha già ricoperto un incarico analogo prima di Calciopoli, tra il 2002 ed il 2006.

La nomina di Galliani potrebbe essere vista nell’ottica di dare maggior peso alla Serie A nei giochi di potere di Federazione e, del resto, anche nell’ottica di un calcio italiano a trazione milanista, visto che restano in ballo per delle possibili nomine degli ex difensori rossoneri Alessandro Costacurta e Paolo Maldini nel ruolo di vice-commissario FIGC o per un posto nello staff della Nazionale (leggi anche: Nuovo commissario FIGC: le novità). Anche Franco Carraro, che è già stato presidente FIGC fino al 2006, prima dello scoppio di Calciopoli (in cui, come Galliani, fu coinvolto) è tra i papabili per un posto da commissario plenipotenziario della Federazione. Ad auspicare una sua risalita al potere, addirittura, il gran rottamatore del calcio italico Aurelio De Laurentiis. Ieri il presidente del Napoli, interrogato a domanda diretta, ha risposto: «Carraro commissario? Sì, potrebbe cambiare la Federazione. Ha grande esperienza». Alla faccia del rinnovamento.