Juventus-Inter, Gigi Simoni e l’ossessione 1998: «Ci fosse stato il VAR…»

simoni
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex allenatore dell’Inter, Gigi Simoni, recrimina ancora sul contatto Iuliano-Ronaldo

Resterà il rimpianto della sua vita da allenatore, quel contatto in area di rigore tra Iuliano e Ronaldo non può proprio andare giù a Gigi Simoni. L’ex allenatore nerazzurro, intervistato da PassioneInter, è tornato con la mente a quel 1998 parlando del VAR: «Sono molto contento del Var. Ci fosse stato ai miei tempi avremmo potuto vincere qualcosa in più. Nel ’98 vincemmo la Coppa Uefa e arrivammo secondi in campionato. Sia chiaro: la Juve è stata forte in questi anni. Fu il nostro campionato ad essere stato falsato, assieme ad un altro paio di quelli successivi. Non a caso la Juve venne punita nel 2006: non mi sto inventando nulla. Anche allora eravamo una squadra che poteva essere vincente, ma ci furono degli episodi che ce lo impedirono».

A chi come Mughini, noto tifoso della Juventus, parla di fallo di sfondamento, Simoni replica: «Ognuno può dire quello che pensa. Ancora oggi dopo quasi vent’anni, quando si vuol parlare di un furto si ricorda il rigore non dato a Ronaldo. Quando il mondo intero dice una cosa, qualcosa ci deve pur essere di vero. Quella fu una partita che lasciò una grande amarezza. Rigori, ammonizioni, espulsioni: di quell’arbitraggio se ne parla ancora dopo 20 anni».