Hamsik alla Jorginho: mister Ancelotti gli allunga la carriera

hamsik
© foto www.imagephotoagency.it

C’è tanta curiosità intorno al nuovo Napoli di Carlo Ancelotti, la cui prima grande novità riguarda il nuovo ruolo che il tecnico sta cucendo sulle spalle di Hamsik

Il calcio è strano, materia mutevole che viene ridefinita da un giorno all’altro. Chiedere a Marek Hamsik per info. Il capitano del Napoli, fino a qualche settimana fa, sembrava ad un passo dal trasferimento, corteggiatissimo com’era dai ricchi club cinesi. Ma una chiamata del nuovo allenatore Carlo Ancelotti ha cambiato il destino dello slovacco, legandolo ancora una volta, indissolubilmente, a Partenope. E, dopo 4 giorni di ritiro nella splendida location di Dimaro-Folgarida, è chiaro a tutti che Marekiaro avrà un ruolo centrale.

Orfano di Jorginho, per il cui trasferimento al Chelsea di Maurizio Sarri manca soltanto l’ufficialità, Ancelotti si è inventato Hamsik nel ruolo di regista. La tecnica c’è, l’intelligenza tattica e l’intuizione di vedere con un tempo di anticipo la giocata anche. Lo stesso allenatore, nel corso della sua conferenza stampa di presentazione, aveva dichiarato che avrebbe optato per tale situazione di gioco. Compiti e ruolo pensato per far sì che il Capitano sprechi meno energie e resti maggiormente in campo, evitando le arcinote sostituzioni dopo l’ora di gioco di cui era oggetto con Maurizio Sarri in panchina.