Venti marcatori diversi nel 2018: così l’Inter si prepara a tornare in campo

Venti marcatori diversi nel 2018: così l’Inter si prepara a tornare in campo
© foto www.imagephotoagency.it

Nei cinque principali campionati europei solo il Werder Brema ha dimostrato di essere una cooperativa del gol migliore dell’Inter

La crescita dell’Inter di questi mesi sta anche nei numeri e nelle statistiche. Nell’ultimo anno e mezzo Spalletti è senza dubbio riuscito a ridare lustro a rosa e gioco, portando risultati di tutto rispetto. Nella scorsa stagione i nerazzurri hanno conquistato un posto in Champions League e in quella attuale il percorso si sta mantenendo entro gli standard previsti, con un comodo terzo posto a +8 dal quinto attualmente occupato dal Milan.

Secondo Opta, il 2018 dell’Inter è stato particolarmente positivo in ottica di cooperativa del gol. In questa speciale classifica che considera i cinque principali campionati europei, i nerazzurri sono secondi con 20 marcatori diversi andati a segno. Meglio di loro ha fatto solo il Werder Brema, giunto a quota 21. Numeri confortanti, che smentiscono di fatto i frequenti discorsi sull’eccessiva dipendenza dal bomber e capitano interista Mauro Icardi, comunque il più prolifico dei suoi. Se il buon dì si vede dal mattino, l’Inter può affrontare il 2019 consapevole di avere un organico dal forte potenziale offensivo.