Inter-Napoli, Spalletti: «Vinto meritatamente. Ninja? In forse per Empoli»

Inter-Napoli, Spalletti: «Vinto meritatamente. Ninja? In forse per Empoli»
© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico dell’Inter Luciano Spalletti ha rilasciato qualche commento dopo la vittoria dei suoi contro il Napoli

Dopo lo scoppiettante finale di San Siro tra Inter e Napoli, Luciano Spalletti ha commentato la gare a SkySport. Queste le sue parole: «L’Inter è stata forte stasera, dall’inizio alla fine. Ha vinto meritatamente, creato molte opportunità. Poi c’è da dire che se non ci metteva il piede Asamoah potevamo perderla, è stata un’azione molto pericoloso. In generale comunque è stata una bellissima partita, due squadre che hanno giocato un buon calcio facendo girare bene la palla. Entrambe potevamo vincere».

Il tecnico di Certaldo si sofferma poi su Lautaro e il caso Nainggolan: «Lautaro si sta allenando bene, fa quello che deve fare. Nelle ultime partite poteva dare di più, stasera ha sfruttato l’occasione facendosi trovare pronto. Non potevamo partire con lui dall’inizio perché il Napoli ha tanta qualità, c’era bisogno del centrocampo con cui abbiamo cominciato. Nainggolan? Dentro gli spogliatoi a inizio anno si fanno dei regolamenti. Se succedono cose evidenti per il rispetto del gruppo devo far rispettare le regole. Le regole sono importanti come il pallone nel gioco di squadra. Quanto starà fuori? La punizione è per questa gara, a cui si è aggiunta la multa. Ora rientra in gruppo e vedremo se potrà giocare a Empoli. Ha avuto dei comportamenti che non vanno bene, ma l’abbiamo voluto tutti a inizio anno, non solo io. Lui corrisponde al profilo di qualità, personalità e carattere che cercavamo e di cui abbiamo bisogno. Stasera abbiamo fatto una buona partita, bene con il possesso palla, ma in alcuni momenti c’è mancata la personalità. Noi spesso non chiudiamo la partita, e in questo ci può essere utile».

Spalletti parla poi di Joao Mario e del confronto tra Politano e Perisic: «Joao sa giocare a calcio, sa come palleggiare e saltare l’uomo. Anche lui fisicamente e caratterialmente mostra qualità. Ogni tanto non riesce a fare quello che potrebbe, ma è un buon giocatore e può aiutarci nel tenere la palla. Politano e Perisic? Ivan calciatore da fascia, ma Politano quando entra dentro il campo sa fare meglio. Perisic ha le accelerazioni, va spesso a folate, ma gli piace meno entrare dentro il campo. Però mette a posto molte cose sulle palle inattive o quando rientra in fase difensiva. Alla fine bisogna considerare anche questo nelle valutazioni. Bene anche in difesa e soprattutto con i cambi. Il tiro di Icardi all’inizio? Bravo a leggere la situazione, ha fatto bene».