Juve, patto Champions dopo la Supercoppa

Juve, patto Champions dopo la Supercoppa
© foto www.imagephotoagency.it

Serata per festeggiare la vittoria in Supercoppa. Serata per un patto Champions in casa Juve: ecco come sono andate le cose

La Juve è tornata dall’Arabia con un nuovo trofeo, il 10° dell’era Max Allegri. I bianconeri hanno battuto il Milan con il risultato di 1-0 e al ritorno in Italia hanno festeggiato la vittoria del trofeo. La cena di giovedì sera alle Officine Grandi Riparazioni di Torino ha riconsegnato a Massimiliano Allegri un gruppo decisamente carico e più unito che mai. Secondo Tuttosport, i bianconeri hanno stretto un vero e proprio patto Champions nella serata di giovedì. Un patto per legare uno spogliatoio già unito e coeso. La Champions League rimane il grande obiettivo della stagione bianconera.

Lo era prima della vittoria della Supercoppa, lo è ancor di più dopo il successo di Gedda. La vittoria in Supercoppa, seppur si tratti di un trofeo ‘minore’, ha avuto un effetto importante, benefico, sull’umore e sullo spirito della Juventus. Vedere uno dei giocatori più forti del mondo, se non il più forte (fate voi le classifiche), orgoglioso di aver vinto la Supercoppa con la sua nuova maglia ha risvegliato la gioia dell’alzare trofei nei bianconeri. Vedere CR7 decisivo in un momento importante ha rassicurato tutti sul suo apporto, sul valore in più che può dare alla Vecchia Signora. Questi sentimenti, scrive il quotidiano torinese, «hanno preso forma tra uno scherzo e una battuta nella cena di giovedì, quando Cristiano ha caricato il gruppo in vista delle prossime sfide di Champions e ha spiegato che si sente forte e in una squadra forte come quando vestiva la maglia del Real Madrid».