Juventus, Dybala: «La Juve è la mia famiglia. Champions League alla portata»

Juventus, Dybala: «La Juve è la mia famiglia. Champions League alla portata»
© foto www.imagephotoagency.it

Juventus, Dybala: «L’arrivo a Torino è stato difficile ma ora la Juve è la mia famiglia. Puntiamo alla Champions e sappiamo di potercela fare»

Durante un’intervista l’attaccante della Juventus Paulo Dybala ha parlato della sua carriera e dei successi ottenuti: «Non credevo che potesse accadere così in fretta. Ho debuttato quando avevo 17 anni, dopo soli sei mesi che giocavo mi hanno detto che mi volevano in Europa e che potevo partire. Quando mi dissero che il Palermo mi voleva, non ho esitato neanche un minuto. Ho detto subito alla mia famiglia di prendere tutto e partire per l’Italia». 

Dybala prosegue raccontando come il trasferimento a Torino abbia comportato un grande cambiamento di tutta la sua vita: «Da Palermo a Torino il cambiamento è stato drastico per me. Mi ero abituato a fare colazione in spiaggia, ad abbronzarmi e ad un clima del tutto diverso. I primi mesi sono stati difficili, avevo altri ritmi. Potevo girare tranquillamente per la città, ma se sei alla Juventus, è tutto diverso. La gente mi fermava in continuazione per chiedermi una foto, è bello quando le persone o i bambini te lo chiedono. Ora Torino mi piace, ma all’inizio è stato difficile abituarmi perché mi mancava molto Palermo».

L’attaccante conclude parlando della sua Juventus e degli obiettivi che la squadra vuole raggiungere in questa stagione: «Alla Juve mi hanno trattato molto bene fin dall’inizio, mi hanno accolto come se fossi sempre stato con loro. Sono venuti tutti a salutarmi e parlare con me quando sono arrivato, ho capito com’era la vita in questa squadra. Ora sono passati quattro anni e posso dire che questa è la mia famiglia. Fin da quando sono arrivato è stato chiaro che una squadra come la Juve vuole vincere tutto, ovviamente quest’anno, le aspettative sono molto alte sia a causa dei nuovi acquisti che poi per i titoli vinti negli anni precedenti. Siamo arrivati in finale di Champions League, ma non abbiamo vinto. Questo potrebbe essere un anno importante, la stagione è iniziata alla grande, la squadra ha fatto un sacco di punti e ha un ottimo vantaggio. Siamo consapevoli di potercela fare, ma dobbiamo avere pazienza. C’è ancora molta strada da fare, il campionato è ancora lungo, non possiamo mettere il carro davanti ai buoi».