Malagò chiarisce: «La Federazione può confermare se andare avanti o meno»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Giovanni Malagò, presidente del CONI, ha parlato della situazione in Serie A causata dall’emergenza Coronavirus

Ospite nella trasmissione ‘Che Tempo Che Fa‘ alla RAIGiovanni Malagò ha parlato della situazione in Serie A dopo l’emergenza Coronavirus. Di seguito riportate le dichiarazioni del presidente del CONI.

EMERGENZA – «Bisognerebbe arrivare ad avere tutti quel senso di responsabilità sia nel pubblico che nel privato. Nei giorni scorsi sembrava che questo allarme non ci fosse o che fosse stato preso sottogamba da parecchie persone. Diciamo che qualcuno è uscito dal recinto e ha complicato la situazione. Lo stop del calcio? Io qualche giorno fa ho commentato questa cosa con alcuni giornalisti, mi sono esposto e ho detto che la salute viene prima di tutto. Domani chiamerò i presidenti delle federazioni degli sport di squadra e faremo un ragionamento univoco, non si possono vedere campionati che vanno avanti e campionati si fermano. La Lega Serie A non è la prima mandataria, ma è su delega della Federazione. La Federazione si assume le sue responsabilità, come quella di giocare a porte chiuse, cosa che il decreto permetteva, anche se Spadafora ha chiesto di fermare tutto. La Federazione può confermare di andare avanti o meno, ma tutti devono andare nella stessa direzione, tutti gli sport. Io dico che tutti gli sport devono andare verso la stessa direzione, mi pare che il Paese lo stia chiedendo».

EUROPEI – «Sono organizzati dalla Uefa, la cerimonia inaugurale si giocherà in Italia. Al momento nessuno sa quando arriverà il picco virale. Le Olimpiadi? Il Giappone è un’isola, non mi pare ci siano casi conclamati. Credo che alla fine la manifestazione si potrà svolgere».