Mihajlovic: «Il rigore sbagliato ci ha dato la sveglia. Belotti continuerà a batterli, non molla mai…»

© foto www.imagephotoagency.it

L’analisi di Sinisa Mihajlovic dopo il pareggio conquistato in rimonta dal Torino sul campo della Fiorentina

Un pareggio in rimonta sul campo della Fiorentina ed un punto prezioso per il Torino di Sinisa Mihajlovic. L’allenatore granata, nel post partita, ha analizzato così la prova dei suoi: «Regalato il primo tempo? Per un’ora non siamo entrati in campo, era difficile salvare qualcosa: abbiamo preparato la gara in settimana ed abbiamo giocato nella maniera opposta – le sue parole a Premium SportIl rigore sbagliato ci ha dato la sveglia e si è visto il Toro che volevo io: abbiamo fatto bene, di positivo c’è la rimonta e la reazione della squadra. Spero che questo punto ci sblocchi psicologicamente e dalla prossima partita di giocare come abbiamo fatto nel girone d’andata. Rigori sbagliati? Sicuramente i calciatori si allenano, è una questione mentale anche: i cinque rigori sbagliati sono stati rigori decisivi, potevamo avere 5-6-7-8 punti in più. Belotti continuerà a batterli, se avesse segnato i tre penalty falliti sarebbe capocannoniere. Potenzialmente può diventare il miglior centravanti italiano e d’Italia: è un ragazzo d’oro, si allena sempre bene e non molla mai. Dopo il rigore sbagliato poteva crollare ed invece ha fatto due gol. Rossettini e Gustafson? Hanno fatto molto bene. Luca arrivava da un mese fermo per la partita, ha fatto due allenamenti e mi ha assicurato che stava bene: ha fatto un’ottima partita. Gustafson è migliorato molto, per il futuro può essere un giocatore importante per il Torino. Obiettivo? Fare meglio dell’anno passato e fare il record di punti della storia del Torino da quando ci sono i tre punti».