Nasce l’Inter post-Sabatini: anche Oriali tra i candidati

© foto www.imagephotoagency.it

Lele Oriali e l’Inter hanno scritto, insieme, pagine importanti e Suning è tentato dal riprovarci

La storia di Oriali all’Inter è iniziata in campo, visto che l’allora centrocampista vestì la casacca neroazzurra dal 1966 al 1983. 277 presenze in prima squadra sommate agli anni nel settore giovanile interista, poi il passaggio alla Fiorentina. Una vita in neroazzurro anche da dirigente, visto che dal 2000 lavorò per Moratti: responsabile dell’area tecnica, consulente di mercato, dirigente e dirigente accompagnatore.

Un dirigente poliedrico che potrebbe far ancora comodo nella società milanese, alla ricerca di un nuovo equilibrio dopo l’addio di Walter Sabatini, materializzatosi tra ieri ed oggi. Suning sta lavorando alla successione dell’ex dirigente della Roma ed il nome di Lele Oriali, stando a quanto fatto trapelare da Sportmediaset, è sulla lista dell’Inter. Ci sono amori che fanno giri immensi e poi ritornano, ne sanno qualcosa i diretti interessati. Ne ha viste eccome di Inter Oriali, in campo, vincendo 2 scudetti, 2 Coppe Italia ed 1 Torneo di Viareggio ma anche, e soprattutto, da dirigente: Gabriele Oriali, infatti, ha vissuto dalla panchina l’anno del Triplete, quello con Josè Mourinho alla guida tecnica e gente come Samuel Eto’o, Diego Milito e Javier Zanetti a regalare meraviglie in campo. A volte ritornano…