Precedenti Roma-Napoli: scaramanzia dice scudetto agli azzurri se non perdono

mertens napoli
© foto www.imagephotoagency.it

Derby del Sud: precedenti Roma-Napoli vedono favoriti i giallorossi. Quando azzurri vinsero gli scudetti, non persero mai all’Olimpico

La storia dei precedenti Roma-Napoli nasce nella stagione 1954-55, quando il 27 dicembre 1953 il match si concluse a reti inviolate, 0-0. Identico risultato la stagione seguente mentre al primo successo giallorosso, nel marzo 1956 per 2-1, risposero i partenopei violando per la prima volta la Capitale nel dicembre dello stesso anno con il risultato di 3-1.

Complessivamente le due compagini si sono affrontate 140 volte in Serie A: 50 vittorie Roma, 49 pareggi e 41 vittorie del Napoli mentre lo score delle reti, a favore dei giallorossi, dice 181-155. Capocannoniere della sfida di tutti i tempi è il romanista Dino Da Costa, centrocampista brasiliano con passaporto italiano degli Anni Sessanta, che realizzò in totale 5 reti. Segue a quattro marcature, un poker di giocatori composto da Cavani, Delvecchio, Pruzzo e Totti.

Considerando i soli precedenti Roma-Napoli disputati nella Capitale, dopo 70 matches, il bilancio parla di 32 vittorie Roma, 28 pareggi ed appena 10 successi del Napoli. Lo score delle reti, ovviamente in favore dei giallorossi, recita 113-62.

L’ultimo successo all’Olimpico dei partenopei risale all’ultimo confronto diretto, quando gli azzurri di Sarri espugnarono la Capitale per 2-1 grazie alla doppietta di Mertens mentre la rete del giallorosso Strootman servì a ridurre le soltanto le distanze. Da sottolineare che la Roma aveva vinto consecutivamente gli ultimi quattro confronti diretti. L’ultimo pareggio fra le due squadre risale al 28 aprile 2012 quando la sfida terminò con il punteggio di 2-2.

Giocare nella Capitale evoca cattivi ricordi della storia del Napoli in Serie A: il 29 marzo 1959 i partenopei subirono una pesantissima sconfitta ad opera della Roma, tanto l’8-0 finale costituisce tuttora il peggior rovescio subito nella massima serie. Ma siccome alla scaramanzia non si comanda, nelle annate dei due scudetti, il Napoli uscì imbattuto dal terreno dell’Olimpico. Nel 1986-87 fu un goal di Maradona a siglare l’1-0 definitivo mentre nel 1989-90 l’incontro terminò in pareggio per 1-1 ed anche in quell’occasione si trattava dell’ottavo turno di campionato.

Quando invece fu la Roma a cucirsi lo scudetto sul petto, il match si concluse con due vittorie dei padroni di casa, per 5-2 (stagione 1982-83) e per 3-0 (stagione 2000-01), quasi a dire che che vincerà stasera la sfida, sarà seriamente candidata al titolo.

Il bilancio degli scontri diretti fra gli allenatori Sarri-Di Francesco è in perfetta parità, con tre successi per parte e tre sfide concluse in pareggio. Il tecnico dei giallorossi peraltro può contare sul fattore campo, avendo vinto gli ultimi tre confronti il cui la squadra giocava fra le mure amiche, di cui l’unica sconfitta risale alla stagione 2008-09 quando Di Francesco, alla guida della Virtus Lanciano in Lega Pro, perse per 2-0 contro il Perugia.

Se per il mister romanista, il Napoli rappresenta la sua “bestia nera”, avendo vinto un solo incontro in otto gare, a cui aggiungere 3 pareggi e ben quattro sconfitte, lo stesso si può dire della Roma per Sarri. L’allenatore toscano ha infatti colto un solo successo contro i giallorossi, oltre a due pareggi e quattro sconfitte.