Roma, ag. Barusso: “Situazione sconcertante”

© foto www.imagephotoagency.it

La Roma sta cercando di convincere Ahmed Barusso a lasciare il club giallorosso per liberare un posto da extracomunitario che potrebbe consentire alla società  capitolina di rinforzare la rosa, ma il centrocampista di origini ghanesi non sembra accettare quest’ipotesi. Tuttavia, la sua decisione si sta rivelando “pericolosa” e, ieri, alcuni tifosi hanno perso la pazienza, fino ad arrivare al punto di aggredire il giocatore all’uscita del centro Fulvio Bernardini di Trigoria, dove la macchina di Barusso è stata presa a calci da un tifoso che gli ha urlato di andarsene.

Sentito ai microfoni di “calciomercato.it”, Leonardo Giusti, agente di Barusso, ha commentato così la questione: “Davvero sconcertante, un gruppo di facinorosi che ha vilmente aggredito Ahmed fuori dal centro sportivo di Trigoria. Certa gente ha riprovevolmente sfogato la frustrazione per un mercato della Roma bloccato in entrata. E’ un bruttissimo episodio. Sia io che Ahmed siamo consapevoli che la Roma non c’entra niente. E’ stato il gesto di alcuni individui. Ahmed è tranquillo, continua a lavorare e finchè non si presenteranno club con progetti veramente interessanti, in Italia o all’estero, non prenderà  in considerazione un addio. Non vuole lasciare Roma come un pacco postale, per fare un favore a Sabatini o a DiBenedetto, vuole farlo perchè al centro di un nuovo progetto. Perchè ha rifiutato le ripetute offerte del Maccabi Haifa? In Israele non va, perchè non ci sono i presupposti”.