Roma – Fiorentina (4-0): pagelle e tabellino

Roma – Fiorentina (4-0): pagelle e tabellino
© foto www.imagephotoagency.it

Roma – Fiorentina, Serie A 2016/2017, 23a giornata: formazioni ufficiali, pagelle, risultato, tabellino e sintesi, probabili formazioni ed info streaming gratis

Roma – Fiorentina

Roma – Fiorentina 4-0: tabellino

MARCATORI: Dzeko (R) 39’, Fazio (R) 58’, Nainggolan (R) 75’, Dzeko (R) 83’
AMMONITI: 
Strootman (R), Sanchez (F), Borja Valero (F), De Rossi (R), Rodriguez (F)
ESPULSI:
NOTE:
ARBITRO
: Massimiliano Irrati (sezione di Pistoia)

Roma – Fiorentina: pagelle e sintesi

Roma (3-4-2-1): Szczesny 6; Manolas 6, Fazio 7, Rudiger 6.5; Peres 5.5, Strootman 7, De Rossi 7 (all’84’ Paredes s.v.), Emerson 7; Nainggolan 7 (all’89’ Grenier s.v.), El Shaarawy 6 (all’81’ Totti s.v.); Dzeko 7.5. A disposizione: Alisson, Lobont, Vermaelen, Mario Rui, Gerson, Salah. Allenatore: Luciano Spalletti

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu 5.5; Sanchez 4, Rodriguez 5, Astori 4.5; Chiesa 6.5 (al 78’ Cristoforo s.v.), Vecino 6, Badelj 5.5, Olivera 5.5 (al 63’ Ilicic 5); Bernardeschi 5 (al 75’ Tello s.v.), Borja Valero 6; Babacar 5. A disposizione: Sportiello, Satalino, De Maio, Milic, Tomovic, Salcedo, Hagi. Allenatore: Paulo Sousa

ROMA – IL MIGLIORE

Dzeko 7.5: Approfitta dello svarione di Sanchez nella lettura del fuorigioco e sblocca una gara che fino a quel momento era in un sostanziale equilibrio, una sua caparbia discesa sulla corsia destra porta al fallo di Gonzalo Rodriguez e dunque alla punizione del decisivo raddoppio di Fazio. Nel finale il poker complessivo e la sua doppietta personale: se Nainggolan è l’anima di questa Roma, lui la rende redditizia.

ROMA – IL PEGGIORE

Peres 5.5: Nel complesso non è una delle sue prestazioni peggiori dall’approdo in giallorosso ad oggi, ma sul risultato di 0-0 manca un gol clamoroso a tu per tu con Tatarusanu, mandando alle stelle il perfetto assist di Nainggolan. Perde anche nel confronto con l’altro esterno giallorosso: Emerson sfonda con costanza sulla sinistra e trova la qualità per suggerire, lui se ne resta più timido.

FIORENTINA – IL MIGLIORE

Chiesa 6.5: Un belvedere. Già assolutamente e sorprendentemente maturo sotto il profilo tattico, in tal senso nasconde la sua giovane età come pochi altri: Sousa lo utilizza da variante del suo modulo ibrido e lui risponde a dovere, risultando spesso il più pericoloso dei suoi con continui ed intelligenti tagli di campo, non sempre visti dai suoi compagni. Esce stremato dal campo dopo aver dato tutto.

FIORENTINA – IL PEGGIORE

Sanchez 4: Non è un difensore di ruolo e lo si vede ampiamente in diverse situazioni di gioco, su tutte quella che porta al vantaggio della Roma: lancio di De Rossi per Dzeko, la linea difensiva viola sale alla perfezione ma lui non segue il movimento e tiene in gioco il centravanti bosniaco, per cui a quel punto diventa un gioco da ragazzi fare centro e trafiggere l’incolpevole Tatarusanu. Sbaglia ancora nel finale, servendo un pallone avvelenato al suo collega di reparto Astori e propiziando la rete del definitivo poker giallorosso.

 

RomaFiorentina 4-0, all’Olimpico decidono in ordine le reti di Edin Dzeko, Federico Fazio, Radja Nainggolan ed ancora il bosniaco nel finale: i giallorossi operano il controsorpasso sul Napoli di Sarri e si riappropriano della seconda piazza alle spalle della lanciatissima capolista Juventus, gli uomini di Sousa restano al settimo posto a quota 37, con la possibilità di essere scavalcati domani dal Milan, impegnato nel recupero del Dall’Ara di Bologna.

PRIMO TEMPO – La Fiorentina fa subito capire di non voler giocare con timore reverenziale ed all’8’ minuto si procura la prima chance della gara: Borja Valero rientra sul mancino e calcia dal limite dell’area, decisiva la deviazione in corner di Manolas. Prova a rispondere il solito Nainggolan all’11: conclusione stoppata da De Rossi in posizione di fuorigioco. Azione insistita della Roma al 13’ che si conclude con un tiro-cross di Emerson, traiettoria beffarda ma controllata da Tatarusanu, sul ribaltamento di fronte grande apertura di Rodriguez per il perfetto taglio di Chiesa, pallonetto su Szczesny e salva tutto Manolas. Al 19’ percussione centrale di Vecino e scarico su Babacar che calcia alle stelle, Roma che risponde colpo su colpo e si rende pericolosa con Peres, l’estremo difensore viola deve smanacciare in corner. Attivissimo Chiesa: al 25’ riceve da Badelj e calcia di sinistro, buon giro ma la palla non si abbassa a dovere. Batti e ribatti in area giallorossa al 27’: ultima conclusione di Babacar, la Roma si salva come può. Altra chance per Badelj: palla alta. Sortita della Roma ed errore clamoroso alla mezzora firmato Bruno Peres: assist illuminante di Nainggolan, il brasiliano spreca tutto calciando alle stelle a tu per tu con Tatarusanu. Ora la contesa è frenetica: Rudiger soffia il pallone a Babacar e serve Dzeko ben appostato, girata del centravanti bosniaco e risposta in due tempi del portiere rumeno. Prova ad iscriversi alla partita Bernardeschi, che finora non ha sfruttato gli ampi spazi a disposizione: si accentra e calcia di sinistro al 35’, manca precisione. Al 39’ minuto il vantaggio della Roma: lancio di De Rossi per Dzeko colpevolmente tenuto in gioco da Sanchez, il centravanti slavo si ritrova solo davanti a Tatarusanu e lo trafigge agevolmente. Al 42’ calcio di punizione dal limite per fallo di Borja Valero su Nainggolan: si incarica della battuta lo stesso belga ma centra la barriera, sul tap-in tentativo di Dzeko non a buon fine. Si va all’intervallo sul risultato di 1-0.

SECONDO TEMPO – Si riparte senza sostituzioni: già al 4’ minuto una pericolosa sortita offensiva della Roma dalla sinistra con El Shaarawy, palla per Dzeko anticipato provvidenzialmente da Rodriguez. Ripresa almeno inizialmente più confusa e spezzettata, arriva al 13’ il vantaggio della Roma: punizione dalla destra provocata da un fallo di Rodriguez su Dzeko, calcia De Rossi ed irrompe Fazio che fa centro con un perentorio colpo di testa. Prima rete in campionato per il centrale argentino, seconda stagionale sommando quella realizzata in Europa League. La Fiorentina prova a reagire al 19’ con una girata di Babacar: Szczesny in pieno controllo. Al 21’ colpo di testa di El Shaarawy e palla tra le braccia di Tatarusanu, al 26’ due occasioni consecutive della Roma: la prima con un rasoterra di Rudiger ben servito da Emerson, l’altra con un diagonale di Dzeko stoppato dalla scivolata di Astori. Tris Roma al 30’ minuto: azione in transizione attivata da De Rossi e proseguita dall’assist perfetto di Strootman per Nainggolan, che non fallisce da ottima posizione. Azione bellissima e tutta firmata dai tre centrocampisti giallorossi. Poker giallorosso al 38’ minuto: Sanchez mette alla prova Astori chiamato ad un disimpegno complesso, il centrale viola sbaglia e ne approfitta agevolmente Dzeko che in diagonale trafigge il malcapitato Tatarusanu. Risultato finale: Roma – Fiorentina 4-0.

ROMA CHE APPROFITTA DEGLI ERRORI AVVERSARI E DILAGA – Un primo tempo molto intenso e di sostanziale equilibrio, rotto dalla frittata di Sanchez e dal concomitante vantaggio di Dzeko: fino a quel momento la Fiorentina non solo non aveva demeritato ma si era lasciata apprezzare per presenza territoriale e sviluppo tattico. La Roma ha poi strutturalmente controllato le operazioni e con merito si è aggiudicata una gara di cruciale importanza per il suo lastricato sentiero: il poker per un successo dilagante, Fiorentina alle prese con problemi difensivi piuttosto evidenti.

Roma – Fiorentina: formazioni ufficiali

Tutto ampiamente confermato in casa Roma rispetto alle indicazioni emerse alla vigilia. Due novità in casa Fiorentina: Tatarusanu e non Sportiello, recupera Gonzalo Rodriguez, va in panchina De Maio.

Roma (3-4-2-1): Szczesny; Manolas, Fazio, Rudiger; Peres, Strootman, De Rossi, Emerson; Nainggolan, El Shaarawy; Dzeko. A disposizione: Alisson, Lobont, Vermaelen, Mario Rui, Paredes, Grenier, Gerson, Totti, Salah. Allenatore: Luciano Spalletti

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Sanchez, Rodriguez, Astori; Chiesa, Vecino, Badelj, Olivera; Bernardeschi, Borja Valero; Babacar. A disposizione: Sportiello, Satalino, De Maio, Milic, Tomovic, Salcedo, Tello, Cristoforo, Ilicic, Hagi. Allenatore: Paulo Sousa

Roma – Fiorentina: probabili formazioni e pre-partita

Roma chiamata immediatamente a rispondere ai colpi inflitti da Juventus e Napoli, se l’obiettivo è quello di restare in altissima classifica e non perdere terreno da chi le è davanti o su chi la insegue. Avversario odierno però una Fiorentina alla ricerca della necessaria continuità per scrivere una seconda fetta di stagione più risonante di quanto accaduto finora. Le scelte: Spalletti si affida all’oramai solito impianto tattico, va in panchina la stella Salah, di fresco ritorno dalla Coppa d’Africa dopo l’amara delusione della sconfitta in finale, con il suo Egitto battuto a sorpresa dal Camerun. Sarà El Shaarawy con Nainggolan a supportare il riferimento offensivo Dzeko, alla luce dell’ulteriore assenza – per infortunio in questo caso – di Perotti. Assente Kalinic nella Fiorentina, problemi al ginocchio per il croato, sul quale continuano a rincorrersi voci di calciomercato inerenti al suo possibile trasferimento in Cina.

Roma (3-4-2-1): Szczesny; Manolas, Fazio, Rudiger; Peres, Strootman, De Rossi, Emerson; Nainggolan, El Shaarawy; Dzeko. A disposizione: Alisson, Lobont, Vermaelen, Mario Rui, Paredes, Grenier, Gerson, Totti, Salah. Allenatore: Luciano Spalletti
Fiorentina (3-4-2-1): Sportiello; Sanchez, De Maio, Astori; Chiesa, Vecino, Badelj, Olivera; Bernardeschi, Borja Valero; Babacar. A disposizione: Tatarusanu, Satalino, Milic, Tomovic, Salcedo, Tello, Cristoforo, Ilicic, Hagi. Allenatore: Paulo Sousa

Roma – Fiorentina: dove vederla in tv

La partita sarà trasmessa a partire dalle ore 20.45  in diretta satellitare sulle frequenze di Sky Sport e in digitale terrestre su quelle di Mediaset Premium, oltre che in streaming su app iOSAndroid e Windows Mobile per smartphone, pc e tablet, Serie A TIM TVPremium Play Sky Go.