Roma, test che sa di campionato. E Dzeko continua a mandare segnali

Roma, test che sa di campionato. E Dzeko continua a mandare segnali
© foto www.imagephotoagency.it

Roma, col Lille un test che assomiglia a una gara di campionato. Fonseca riceve indicazioni importantissime da Edin Dzeko

Nel test più impegnativo della finora estate della Roma, in Francia contro il Lille, sono arrivate indicazioni non indifferenti per Paulo Fonseca. Innanzitutto il successo non può che far piacere e dare ulteriore fiducia al tecnico ma anche ai giocatori stessi. L’avversario era di qualità, non a caso vice campione di Francia solo alle spalle del Psg. Il tecnico portoghese ha abbozzato quella che potrà essere la sua squadra titolare in vista della prima di campionato.

Pau Lopez si è reso protagonista in positivo, mentre il resto della difesa lascia ancora un po’ a desiderare. Fazio non ha dato segnali incoraggianti, così come Florenzi. Fonseca ha preferito far riposare Mancini (sicuramente titolare nelle sue idee) per questa uscita. Può starci, in attesa del collega di reparto dell’ex Atalanta. Zaniolo è subito catapultato nel progetto giallorosso nonostante il rientro sia avvenuto da poche settimane, ed è stato protagonista anche con un gol.

Chi merita una menzione a parte è ovviamente Edin Dzeko. Già il fatto che Fonseca l’abbia fatto partire nuovamente titolare è un indizio non indifferente. Vuol dire che rimane sì sul mercato, ma non è attualmente vicino all’Inter. Altrimenti di certo il tecnico non lo avrebbe rischiato correndo il rischio di qualche infortunio. Al contrario, è sempre più inserito nelle idee del portoghese. Non a caso è stato protagonista in tutti e tre i gol della Roma, seppur senza realizzarne. Due assist diretti e l’inizio dell’azione nell’altro. In poche parole, sembra di vedere un giocatore che di andare via dalla Capitale non ne ha proprio intenzione. Petrachi ha sentenziato: se dovesse rimanere non sarebbe assolutamente un problema. Se dovesse partire per la cifra richiesta sarebbe cosa altrettanto gradita, a patto che si sblocchi la situazione Higuain. Altrimenti il bosniaco continuerà a guidare l’attacco giallorosso almeno per un’altra stagione.