Serie C, Calapai regala un sorriso al Catania e ai tifosi dopo i giorni di paura

Serie C, Calapai regala un sorriso al Catania e ai tifosi dopo i giorni di paura
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo un gol annullato ed un rigore non concesso, al Catania serve una magia di Calapai per superare un coriaceo Rieti che sfiora anche la vittoria colpendo la traversa con Maistro sullo 0-0. Gli etnei si portano a -9 dalla vetta con una gara da recuperare. Un bel regalo per i tifosi colpiti dal terremoto della notte di Santo Stefano.

Nel posticipo della diciannovesima giornata del Girone C di Serie C, il Catania supera di misura solo nel finale il Rieti grazie ad una prodezza di Calapai. Una gara non certamente bella da vedere ma caratterizzata da diverse sviste arbitrali (gol annullato a Curiale e rigore non concesso agli etnei per fallo di mano in area d Delli Carri). I sabini reggono bene e potrebbero andare in vantaggio con Maistro al 73’ se la traversa non fermasse la corsa in porta della sfera. Una vittoria che permette ai rossazzurri di accorciare sulla Juve Stabia e dare un sorriso ai tifosi etnei dopo i giorni di ansia dovuti al terremoto. Il Rieti si ferma incamera la seconda sconfitta consecutiva e resta a quota 16 punti.

FORMAZIONI IN CAMPO – La squadra del tecnico Ricardo Chéu prova a cancellare la sconfitta di Monopoli in modo da centrare il successo affidandosi a Gondo come unica punta, coadiuvato dai rientranti Vasileiou e Maistro. Sottil risponde dando fiducia al 4-3-3 che ha visto i rossazzurri stravincere contro la Cavese. Unica variazione in mediana, con Biagianti al posto di Angiulli. Confermato il tridente Curiale-Marotta-Manneh.

GLI ETNEI COL PALLINO, I SABINI ADDORMENTANO – Il Catania parte bene ed al minuto 8 potrebbe trovare già il vantaggio con Curiale che da posizione favorevole in scivolata non riesce ad indirizzare in porta il cross dalla sinistra di Manneh. Brividi per i sabini quattro minuti più tardi con un velenoso tiro-cross dalla destra di Calapai che prende una traiettoria beffarda infrangendosi sul palo, poi è decisivo l’intervento di Davide Costa per evitare la marcatura ospite. La gara viaggia su ritmi soporiferi anche se sono i rossazzurri a fare il match, limitando sul nascere i pochi tentativi di incursione di marca amarantoceleste.

GOL ANNULLATO DUBBIO – Al 24’, su corner di Lodi, Silvestri fa sponda per Aya che prova la rovesciata ma il tentativo è da rivedere. La prima occasione dei locali arriva al minuto 37 su calcio di punizione di Maistro che sorvola di poca la traversa. Sul capovolgimento di fronte, proteste per gli etnei che vedono annullarsi una rete di testa in apparenza regolare per carica di Curiale su Gualtieri, dopo che l’attaccante rossazzurro era riuscito ad anticipato il difensore sabino sfruttando il magistrale pallonetto di Manneh, preciso nel riuscire a scalvare Costa. L’ultima occasione del primo tempo è sempre di marca etnea con Lodi che su punizione costringe Costa al puntuale intervento. Tegola per Sottil al 44’ che perde Silvestri per infortunio dopo essere stato colpito da Gondo.

SI SVEGLIA IL RIETI – Nella ripresa entra subito in campo Esposito per il claudicante Silvestri e dopo pochi minuti è di nuovo preteste dei rossazzurri per un evidente rigore non assegnato al Catania per palese fallo di mano in area di Delli Carri. Al 54’ prima reazione dei locali alla supremazia, seppur sterile, da parte degli ospiti: è Gondo da buona posizione a provare ad impensierire Pisseri, ma la sfera termina sul fondo. Ancora Rieti al 57’ Con Vasileiou che semina il panico in area di rigore etnea con veloci serpentine, ma il tentativo dell’attaccante greco viene murato dalla difesa ospite. Al 64’ Sottil cambia le carte in tavola ed inserisce Angiulli e Llama per Giuseppe Rizzo e Curiale. Risponde Chéu al 70’ con l’ingresso di Venancio al posto di Vasileiou.

FA TUTTO CALAPAI – Nel finale, la gara si accende. Prima sono i rossazzurri a sfiorare il vantaggio sugli sviluppi di un’azione insistita orchestrata da Biagianti e Llama, con il cross in area dell’argentino che viene respinto da Gualtieri, poi sono gli amarantocelesti a divorarsi un’azione clamorosa con Maistro, servito da Gondo, che a botta sicura colpisce la traversa con Pisseri ormai battuto. Al 79’ poderoso sinistro di Llama che sfiora di poco il palo della porta di Costa. Il Catania vuole il successo ed al minuto 81 sblocca il match: Calapai ruba palla a centrocampo e si invola tra maglie locali, arrivando sino al limite per poi fare partire un destro potente che piega le mani a Costa e porta avanti i siciliani. I restanti minuti sono di mera accademia per gli etnei che portano tre punti fondamentali a casa. Il Rieti può solo recriminare per la traversa colpita da Maistro.

TABELLINO

RIETI-CATANIA 0-1

MARCATORI: 80’ Calapai (C).

RIETI (4-3-2-1): Costa; Delli Carri, Gualtieri (83’ Criscuolo), Gigli, Dabo; Konate, Diarra, Cericola (83’ Todorov); Vasileiou (71’ Venancio), Maistro (75’ Tommasone); Gondo. A disposizione: Chastre, Papangelis, Pepe, Migliaccio, Di Domenicantonio, Kean, Demosthenous. All. Chéu.

CATANIA (4-3-3): Pisseri; Calapai, Aya, Silvestri (46’ Esposito), Ciancio; Biagianti, Lodi, G. Rizzo (64’ Angiulli); Manneh (75’ Brodic), Curiale (64’ Llama), Marotta. A disposizione.: Pulidori, Lovric, Scaglia, A. Rizzo, Vassallo, Mujkic. All. Sottil.

ARBITRO: Miele di Torino.

AMMONITI: Gondo, Venancio (R), Aya, Esposito, Pisseri (C).