Spalletti contro la Juve per sfatare un tabù e per scacciare i fantasmi

Spalletti contro la Juve per sfatare un tabù e per scacciare i fantasmi
© foto www.imagephotoagency.it

La Juventus è un tabù per Luciano Spalletti. Il tecnico dell’Inter vuole vincere per scacciare i fantasmi sull’esonero

Luciano Spalletti non è ancora certo della conferma sulla panchina dell’Inter. Il tecnico nerazzurro contro la Juventus si giocherà tanto: l’allenatore di Certaldo vuole vincere per blindare il terzo posto che significherebbe avere la speranza ma non la certezza assoluta di guidare l’Inter nella prossima stagione. Luciano non ha mai battuto l’Inter da quando guida il club nerazzurro. L’ultimo allenatore a battere la Juve a San Siro è stato Frank de Boer. I nerazzurri sono terzi ma sono stati eliminati ai gironi di Champions dopo un pari con il Psv già eliminato e sono usciti dalla Coppa Italia ai quarti, perdendo in casa contro la Lazio.

Spalletti, rispetto a 12 mesi fa, ha guadagnato una posizione in classifica ma ha 2 punti in meno. I nerazzurri riflettono sul futuro ma cambiare allenatore comporterebbe una spesa notevole: Luciano e il suo staff sono a libro paga fino al 2021 (25 milioni di euro lordi complessivi) e anche questo fattore influirà sulle scelte dell’Inter e di Suning, sempre alle prese con il Fair Play Finanziario (servono altri 45-50 milioni di plusvalenze per chiudere i ‘discorsi’ a giugno). Spalletti vuole vincere per scacciare i fantasmi e per trovare la prima soddisfazione contro la Juve.