Ajax, ten Hag esulta: «Una serata indimenticabile, il calcio olandese sta tornando»

Ajax, ten Hag esulta: «Una serata indimenticabile, il calcio olandese sta tornando»
© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico dei lancieri spiega la forza dell’Ajax: «Giocare contro di noi è difficile, è tosta pressarci coi giocatori tecnici che abbiamo»

Erik ten Hag ha parlato in conferenza stampa della vittoria dell’Ajax contro la Juventus: «È una serata indimenticabile per l’Ajax, abbiamo buttato fuori una delle favorite della Champions League. Abbiamo giocato con fiducia e pazienza: nel primo tempo c’è stata, abbiamo tenuto contro la pressione della Juventus. Poi c’è stata una bella lotta, poche occasioni da entrambe le parti».

Sul calcio olandese: «Per tanti anni è andata sempre peggio, ora stiamo tornando. Lo stiamo facendo: in ogni paese ci sono tempi migliori e meno buoni. Noi siamo un paese piccolo per il calcio, può capitare che a volte non vada ma ora ci sono talenti incredibili e con loro non può che andare meglio».

Sulla squadra: «Giocare contro di noi è difficile, è tosta pressarci coi giocatori tecnici che abbiamo. Anche in fase difensiva, il nostro modo variabile di pressare, è un’arma importante ed è difficile per gli altri. Abbiamo un piano, un progetto, io sono l’allenatore. Facciamo tutto con una filosofia, con una struttura, con un’idea di sviluppo e andiamo avanti con questa idea di costruzione».

Sul futuro dell’Ajax: «Se giochiamo bene, è normale che dei giocatori se ne vadano. Non siamo Real Madrid, Barcellona, Manchester City o Juventus. Dipende dall’economia del calcio ma noi siamo creativi nella costruzione di una squadra, con equilibrio. Giochiamo con una filosofia e lo faremo anche nei prossimi anni. Lotteremo per ogni giocatore, spero di non perderne troppi: se ne andranno diversi ma il vivaio dell’Ajax è forte».