Thiago Motta al Psg: il retroscena dell’agente ai tempi dell’Inter

© foto www.imagephotoagency.it

Thiago Motta è stato uno dei perni del centrocampo dell’Inter: ecco le parole del suo agente sul passaggio al Psg

Thiago Motta è stato il fulcro del centrocampo dell’Inter. Ecco le parole del suo agente, Alessando Canovi, a TMW sul suo passaggio al Psg.

CANOVI – «Con Ranieri l’Inter stava recuperando terreno, quindi diventava difficile cedere Thiago a gennaio. Ma già con Ausilio e Branca si parlava della vendita in estate. La società era d’accordo e aveva avallato la cessione, forse anche a gennaio nonostante Ranieri fosse contrario. Per difendere l’idea dell’allenatore però ci venne chiesto di chiudere per giugno, Thiago acconsentì e il PSG pure. Ma l’Inter acquistò Guarin. Io all’epoca vivevo in simbiosi con Thiago all’Hotel Melià, dove vedemmo arrivare il colombiano. Cosi il giocatore chiese la cessione e Moratti da gran signore disse di si, ma doveva anche rispettare l’allenatore che era totalmente contrario. Alla fine arrivammo ad un accordo con il PSG per giugno».