Connettiti con noi

Hanno Detto

Thiago Motta: «L’uomo giusto nel posto giusto. Sarà lo Spezia di tutti»

Pubblicato

su

Thiago Motta, nuovo allenatore dello Spezia, si è presentato in conferenza stampa: le sue dichiarazioni

Thiago Motta, nuovo allenatore dello Spezia, si è presentato in conferenza stampa. Ecco le sue dichiarazioni.

SPEZIA – «Ringrazio il direttore per le sue parole. Italiano ha fatto un grande lavoro e ora ci sono io, penso di cercare di migliorare la squadra, aumentare il livello del club e questa è la nostra priorità. Italiano faceva un calcio propositivo, in cui si cercava di avere iniziativa ed è quello che rappresenta la storia di questo club, la gente che viene allo stadio va rispettata così come la storia del club che racconta che lo Spezia deve avere l’iniziativa. È una sfida interessante che prendo con grande responsabilità, cercando di fare il meglio per il nostro obiettivo».

SPEZIA DEL FUTURO – «Non è lo Spezia di Thiago Motta, è lo Spezia di tutti. Cercherò di fare del mio meglio e vedrete che faremo. Piano piano miglioreremo, abbiamo il ritiro per introdurre il modo in cui vogliamo giocare ma adesso non posso dirti come entreremo in campo. La nostra impronta sarà sempre un gioco collettivo, quello che ho vissuto e imparato. Non vedo altre strade per costruire una squadra, cercheremo di affrontare ogni partita portandola a nostro favore».

RITORNO IN SERIE A – «Io sono la persona giusta al posto giusto. Volevo tornare ad allenare ma non necessariamente in Italia, mi ha convinto dall’inizio il direttore e le altre persone del club, con cui abbiamo condiviso i pensieri. Sono convinto fosse la cosa giusta da fare».

MERCATO – «Proveremo a tenere i migliori con noi. Erlic è uno di questi, vedremo a fine mercato cosa accadrà perché sappiamo tutti che nel calcio fino all’ultimo giorno può succedere qualcosa. La nostra idea è mantenere i migliori in rosa».

ITALIANO – «Vincenzo ha fatto un grandissimo lavoro e ora è in un’altra squadra e gli auguro il meglio. Il gioco collettivo è la strada per andare avanti, approfondirlo ora non è il momento giusto. Cercheremo di andare tutti per la stessa strada e vogliamo che il collettivo possa emergere in singoli per mostrare il valore, cercando di aumentare il livello della squadra».

EX GIOCATORI – «Ringrazierò sempre i giocatori che ho avuto, al di là dei risultati rimane il feeling, il rispetto e il vivere insieme. Hai detto nomi di giocatori che sono buoni: Pinamonti può diventare un grande, ma non è il caso ora dire nomi, anche per strategia nostra. Sappiamo cosa fare e di cosa abbiamo bisogno e ci stiamo lavorando».

FINALE EURO 2020 – «L’Italia vincerà, penso abbia fatto un grande Europeo e anche se si troverà contro una grande squadra come l’Inghilterra, penso che tutti speriamo possa vincere l’Europeo meritatamente».

OBIETTIVO – «La prima cosa, non è da me aspettarmi niente dai tifosi, io sono qua per dare qualcosa. Vorrei dall’inizio portare qualcosa di diverso ma portare lavoro, il fatto che sappiamo che lavoreremo seriamente e per il bene della squadra e del club. Questo posso dire in questo momento».

Advertisement