Torino, Petrachi: “Arriveranno altri giocatori”

© foto www.imagephotoagency.it

SAPPADA, 16 luglio – Gianluca Petrachi, nessuno lo può negare: bravi, lei e il presidente avete mantenuÃ?­to le promesse. Avete dato a Ventura una squadra da alÃ?­lenare, non il solito cantiere aperto. Sarebbe la norma-lÃ?­ità , ma è così sorprendente che fa notizia.

Ã?«Il presidente aveva promesso all’allenatore il 90% della squadra prima di partire per il ritiro e ciò è accaduto. Questi sono fatti, non opinioniÃ?».

Vero, però restano ancora alcune importanti cose da fare.
Ã?«Sì, può darsi, ma adesso il noÃ?­stro mercato sarà  chirurgico. In ritiro Ventura avrà  modo di valutare e soppesare ogni sinÃ?­golo giocatore, poi esprimerà  le sue idee. E se qualcuno non lo convincerà , fatto trenta, fareÃ?­mo trentuno. Se servirà  ancoÃ?­ra qualcosa, il presidente non si tirerà  indietroÃ?».

Promesso?
Ã?«Promesso. Ma siamo già  a buon punto: abbiamo dipinto la tela, ci manca solo la corniÃ?­ce Ã?».

No, ci vuole ancora una bel�­la griffe in fondo a destra per impreziosire il quadro.
Ã?«Ribadisco: cercheremo di non farci mancare nulla. Se in funÃ?­zione dell’obiettivo finale ci vorrà  ancora qualche integraÃ?­zione importante, la faremo. Oggi non promettiamo nomi, ma restiamo vigili e attenti sul mercato, in attesa di conoscere le valutazioni tecnicheÃ?».

Secondo lei questo è un ToÃ?­rino da serie A?
Ã?«Io dico che questo è un Torino importante. Già  molto, ma molto competitivo. Se sarà  da serie A lo deve dire il campo, non Petrachi. Noi, oggi, siamo orgogliosi di aver allestito una squadra così. E grande merito va dato al presidente: se non fosse intervenuto personalÃ?­mente, portafoglio alla mano, sarebbe stato impossibile smuovere l’impasse che spesso si crea nelle trattativeÃ?».

Fonte | Tuttosport