Toro, in Bielorussia probabile turnover in vista del Wolverhampton

Toro, in Bielorussia probabile turnover in vista del Wolverhampton
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo il 5-0 del Toro contro lo Shakhtyor, Walter Mazzarri pensa al turnover per la gara di ritorno in Bielorussia

Giovedì il Toro ha chiuso i discorso qualificazione con il 5-0 casalingo contro lo Shaktyor Soligorsk, per questo Walter Mazzarri potrebbe far ricorso ad un moderato turnover per la trasferta in Bielorussia. A Minsk potrebbe quindi vedersi una squadra molto diversa da quella che con poche variazioni ha affrontato le prime tre partite d preliminari di Europa League. Infortuni, acciacchi e diffide mettono il tecnico granata in condizione di valutare con attenzione i rischi da correre nella gara di ritorno, in vista della decisiva sfida con il Wolverhampton.

Il primo giocatore che potrebbe essere risparmiato è Simone Zaza, diffidato dopo le due ammonizioni rimediate nelle sfide con il Debrecen. L’attaccante lucano ha provato in tutti i modi a rimediare un altro giallo contro il Soligorsk, per saltare la sfida di ritorno, ed essere a disposizione per i play off, senza riuscirci. Per non rischiare di perderlo per le partite più importanti Mazzarri potrebbe quindi risparmiarlo, lanciando accanto a Belotti il giovane Millico. In difesa quasi certamente si fermerà Izzo, che dopo la forte contusione alla coscia potrebbe essere ancora rimpiazzato da Bonifazi, che lo ha brillantemente sostituito giovedì.

In Bielorussia il turnover a centrocampo potrebbe riguardare anche il centrocampo. La sfida con lo Shakhtyor potrebbe tornare utile per mettere minuti nelle gambe di Rincon e Lukic, e concedere un po’ di riposo a Meité e Baselli. Difficile ipotizzare una presenza nell’undici di partenza di invece Aina, rientrato in gruppo ieri, anche se De Silvestri e Ansaldi necessitano di un po’ di riposo. Possibile invece l’esordio del giovane Rauti, che dopo gli apprezzamenti del mister, potrebbe trovare spazio a gara in corso.