Toro, per un nuovo assalto all’Europa pronto un restyling sulle fasce

Toro, per un nuovo assalto all’Europa pronto un restyling sulle fasce
© foto www.imagephotoagency.it

Il sogno europeo del Toro è sfumato ad un passo dal traguardo, ma Urbano Cairo è pronto a rilanciare il progetto granata.

Nel giorno del suo compleanno Urbano Cairo ha ribadito la propria intenzione di rinforzare il Toro per ritentare l’assalto all’Europa. Ai microfoni di Telelombardia il presidente granata ha dichiarato: «Dobbiamo essere soddisfatti, l’Europa era da centrare ma ci riproveremo l’anno prossimo. I nostri passi li abbiamo fatti, siamo a buon punto. La politica sarà di consolidamento con qualche acquisto giusto e questo allenatore che ha fatto benissimo». Le intenzioni del numero uno granata sono chiare, e ribadite da settimane, ovvero trattenere i pezzi più pregiati ed inserire due o tre pedine per rinforzare la squadra.

Le ultime prestazioni della stagione hanno messo in discussione il riscatto da parte dei granata di Ola Aina, per cui la società vanta un diritto di riscatto a 10 milioni di euro. Sugli esterni Mazzarri ha comunque ha avuto a disposizione solo tre elementi per due posti, con De Silvestri e Ansaldi a completare il reparto, adattando spesso un giocatore offensivo come Berenguer. Per questo, indipendentemente dal riscatto di Aina, i granata si stanno muovendo alla ricerca di rinforzi nel ruolo. Il primo obiettivo è quello del portoghese del Napoli Mario Rui. Il lusitano ha un ingaggio al limite del tetto imposto dalla società, ma è ritenuto l’elemento ideale per far crescere ancora la squadra di Mazzarri. La principale alternativa è lo spallino Lazzari, ma in questo caso il problema maggiore è la concorrenza per arrivare al giocatore dei ferraresi, con Atalanta e Napoli in prima fila.