Nagy e Verdi: Bologna scopre i suoi tesori

183
infortunio verdi
© foto www.imagephotoagency.it

Da una parte Adam Nagy e dall’altra Simone Verdi: due giocatori arrivati in sordina a Bologna ma che adesso si sono rilanciati e puntano molto in alto

Nessuno si aspettava che Adam Nagy e Simone Verdi potessero dare una mano così importante al Bologna, e invece le cose sono andate diversamente. Per esempio, l’ungherese ha visto alzare moltissimo la sua quotazione in questo avvio di Serie A. Arrivato nel calciomercato estivo subito dopo Euro 2016, Nagy potrebbe diventare una clamorosa plusvalenza. Il condizionale è d’obbligo perché Roberto Donadoni lo ha blindato, non vuole venderlo dato che è titolare fisso.

VERDI E DI FRANCESCO – Figurarsi poi Simone Verdi, lui sì che non si tocca. Tra l’altro l’ex rossonero vive un momento magico anche a livello personale dato che si pensa a una possibile convocazione con l‘Italia. Oggi a Casteldebole arriva Giampiero Ventura e il ct della Nazionale potrebbe avere un occhio di riguardo proprio per Verdi, che sta attraversando il miglior periodo della propria carriera. Nel mirino di Ventura, scrive Il Corriere dello Sport – Stadio, potrebbe esserci anche Federico Di Francesco.

Condividi